Come rimuovere lo smalto semipermanente [FOTO&VIDEO]

da , il

    Lo smalto semipermanente rappresenta un’ottima soluzione per ottenere tutti i vantaggi della manicure a lunga durata senza i costi eccessivi della ricostruzione. Questa tipologia di smalti richiede una tecnica specifica per l’applicazione e anche per la rimozione. In questa sede vogliamo insegnarvi come rimuovere lo smalto semipermanente senza danneggiare le unghie.

    Vantaggi:

    Lo smalto semipermanente è una sorta di soluzione intermedia tra il comune smalto per unghie, che ha una durata massima di qualche giorno e la ricostruzione in gel, capace invece di garantire un risultato perfetto per più di un mese. I vantaggi principali dello smalto semipermanente sono il costo contenuto e la possibilità di applicarlo da sé in casa, senza dover ricorrere ad un centro professionale. Così avrete un guadagno anche in termini di tempo!

    Tecnica di rimozione:

    Acquistate un solvente specifico per smalti semipermanenti, procuratevi una lima professionale, del cotone idrofilo e della carta stagnola.

    La rimozione non è poi così complessa ma richiede qualche minuto di tempo per pulire perfettamente l’unghia dai residui di smalto.

    Iniziate a limare l’unghia sulla parte superiore per eliminare la maggior parte dello smalto. Utilizzate una buona dose di forza ma senza esagerare, dovrete fare attenzione a non rovinare l’unghia. Con la lima non dovrete rimuovere tutto lo smalto, dovrete continuare finché vedrete che sarà diventato completamente opaco.

    A questo punto prendete il cotone idrofilo e, dopo averlo imbevuto nel solvente specifico per smalto semipermanente, appoggiatelo sopra ad una singola unghia, in modo tale che aderisca perfettamente e possa così iniziare ad agire, rimuovendo le tracce di smalto rimaste. Per un miglior fissaggio, bloccate il mini tamponcino di solvente al dito con della carta stagnola. Ripetete la medesima operazione su tutte le altre unghie.

    E’ possibile effettuare una piccola variante alla tecnica: potete versare una discreta quantità di solvente in una piccola ciotola e poi intingere tutte le unghie, per la rimozione dei residui di smalto. La lozione dovrà agire per almeno una quindicina di minuti. Scegliete liberamente la tecnica che preferite.

    Dopo aver rimosso lo smalto semipermanente, vi consigliamo di non applicarlo nuovamente. E’ importante lasciar respirare le unghie almeno per una settimana. Stendete piuttosto una mano di smalto rinforzante e lasciatelo agire per qualche giorno.

    Il gioco è fatto, se avete capito come applicare e come rimuovere lo smalto semipermanente avrete sempre unghie perfette e soprattutto un portafoglio che ride!

    Per chi crede di non saperne ancora abbastanza, può dare un’occhiata anche al video qui sotto. Buon divertimento!