Come scegliere i prodotti di bellezza facendo attenzione alla salute

da , il

    Come scegliere i prodotti di bellezza facendo attenzione alla salute

    Come scegliete i vostri prodotti di bellezza? Le donne seguono diverse scale di preferenza, c’è chi compra sempre lo stesso mascara, chi risparmia sulle creme per poi spendere € 30,00 per un rossetto, chi risparmia sempre e comunque e chi desidera prodotti solo prodotti bio, senza sostanze chimiche all’interno. Oltre alla scelta del trucco in base al tipo di pelle, sono molti i fattori da tenere in considerazione, a volte risparmiare può non essere la scelta migliore, altre si spende per il nome non certo per l’oggetto scelto.

    Nonostante l’Unione Europea abbia emesso una dettagliata legislazione in merito alle sostanze utilizzate per i prodotti di bellezza, e altrettanti limitazioni sulla quantità di coloranti, oltre ad imporre una data di scadenza, sapere con cosa è fatto il nostro rossetto preferito è sempre un bene, questo perchè anche se legale potremmo essere allergici ad alcune sostanze utilizzate piuttosto che ad altre. Lo stesso discorso vale anche per saponi e shampoo, chiedere al negoziante potrebbe essere una soluzione, in media le commesse del make up sono molto preparate, ed è loro premura prendersi cura dei clienti.

    Uno dei motivi che stanno determinando la crescita del mercato di trucchi bio e naturali è proprio la difficile comprensione e controllo di sostanze chimiche, ma anche i prodotti dell’erborista, come oli o creme, necessitano comunque di una attenta analisi degli ingredienti, per evitare spiacevoli sorprese.

    Alcune donne stanno eliminando ogni make up, ma non occorre certo una scelta così estremista, basta solo leggere e saper chiedere, il consiglio di Alexandra Spunt autrice del libro “ No More Dirty Looks: The Truth About Your Beauty Products — And the Ultimate Guide to Safe and Clean Cosmetics” , guida sulla scelta del make up sano che fa riferimento al mercato Americano dove leggi e limitazioni sono minori rispetto all’Europa, è di non peccare di timidezza e di pigrizia, la prima ostacola l’ingresso di informazioni, la seconda ci porta alla routine impedendoci di cambiare e provare. Infine, se proprio non potete rinunciare al vostro prodotto preferito, va bene lo stesso, nessuno è perfetto!