Dimagrire le gambe con la corsa: le regole del jogging

da , il

    Dimagrire le gambe con la corsa: le regole del jogging

    Aldilà degli esercizi specifici per gli arti inferiori di cui vi abbiamo già parlato (clikka qui), è possibile dimagrire le gambe con la corsa, un allenamento aerobico (che conivolge tutto il corpo), in grado di dare risultati notevoli in tempi brevi. Se non siete solite praticare jogging nei parchi, sicuramente incontrerete difficoltà non indifferenti all’inizio ma non appena vi accorgerete dei benefici che apporterà al vostro stato di salute generale e nondimeno alla forma delle vostre gambe, converrete con noi che il gioco vale la candela! Il jogging è l’attività fisica più naturale e spontanea che esista ma anch’essa ha le sue regole: è importante tenerle bene a mente e rispettarle per ottenere un ottimo risultato senza correre alcun rischio.

    Le trappole infatti sono nascoste dietro l’angolo: la corsa è un allenamento perfetto per perdere i chili e i liquidi in eccesso ma è importante correre nella maniera giusta per evitare di arrivare a consumare i grassi necessari.

    Ecco alcune semplici regole da tenere sempre presente prima di iniziare a fare jogging.

    Correre per un massimo di 40 minuti:

    Non cadete nel vortice della dipendenza da corsa. Correre troppo porta ad un dimagrimento eccessivo e non salutare.

    Correre con continuità:

    E’ importante, per condurre un allenamento corretto, rispettare i tempi e la frequenza stabiliti. Vi consigliamo di correre a giorni alterni, un giorno sì e uno no. Lasciar passare troppi giorni tra una corsa e l’altra non porta ad alcun risultato: più giorni passano, meno grasso si riuscirà a smaltire.

    Meglio poco ma buono:

    E’ meglio correre per quaranta minuti a giorni alterni, piuttosto che sessanta minuti ogni tre giorni. E’ più importante mantenere un allenamento costante, che spingere di più su di un unico allenamento intensivo.

    Correre a digiuno:

    Fare jogging senza aver mangiato, né bevuto nemmeno un caffè vi permetterà di avere risultati visibili in tempi minori. Ovviamente i liquidi, intesi come acqua, non devono essere sospesi! Non bisogna mai sedare lo stimolo della sete pura.

    Variare il ritmo e l’intensità della corsa:

    Correre alla stessa andatura per 120-180 minuti indubbiamente dà risultati notevoli ma essendo più salutare correre per quaranta minuti è possibile ottimizzare l’allenamento modificando il ritmo della corsa (in pratica, correrete per meno tempo ma farete più fatica). In questo modo non solo dimagrirete ma svilupperete notevolmente la qualità dei vostri muscoli: più percentuale di muscolo avrete, più alto diventerà il metabolismo basale, più semplice sarà bruciare i grassi ed evitare che diventino grasso sottocutaneo.

    In conclusione, l’opportunità di dimagrire le gambe con la corsa è notevole ma non dimenticatevi di rispettare il vademecum del jogging perfetto!