Esteè Lauder: nuovi portacipria da collezione

da , il

    Esteè Lauder: nuovi portacipria da collezione

    Ogni donna almeno una volta nella propria vita ha fatto ricorso alla cipria, un prodotto di bellezza che rende l’incarnato del viso più roseo ed uniforme. La cipria nasce in Cina nel XV secolo, epoca in cui venne dapprima utilizzata come colorante per i capelli e ben presto divenne il prodotto più utilizzato nel mondo della cosmesi.

    Ma sapete da dove nasce il termine cipria?

    Il termine cipria deriva da Cipro, isola del Mediterraneo che durante l’età classica fu consacrata alla dea della bellezza, Venere: in maniera simbolica si voleva vendere la speranza che con l’utilizzo di questo prodotto ogni donna avrebbe potuto diventare più bella. La cipria iniziò a rappresentare il segreto di bellezza di tutte le donne.

    La cipria compatta viene contenuta per la prima volta in astucci di metallo dorato, con incastonate differenti pietre colorate o cristalli, negli anni settanta quando la Sig.ra Esteè Lauder, proprietaria di una delle più grosse aziende nel mercato della cosmesi, decise di realizzare questo tipo di contenitori per un prodotto di estetica che nel tempo è divenuto un simbolo identificativo delle donne di gran classe.

    Ogni donna elegante porta con sé alcuni piccoli segreti per la cura della propria bellezza, custodendoli nella propria borsa.

    Ecco così che nasce l’idea di realizzare dei preziosi portacipria in metallo e pietre luccicanti, che in breve tempo sono diventati un vero e proprio cult.

    Per questa stagione autunno-inverno 2010 la nota casa cosmetica Esteé Lauder propone due nuovi modelli di portacipria: Golden Sundial e Royal Moon, perfetti per una serata di gala, di dimensioni cucite su misura per ogni borsa elegante.

    Il prezzo consigliato per questo piccolo gioiello prezioso, è 105 euro.