Festival di Sanremo 2013: acconciature e make up 5 serata [FOTO]

da , il

    [fotoda nome="AP/LaPresse "]

    Anche per la finale del Festival di Sanremo 2013 non sono mancati gli escamotage ironici di Luciana Littizzetto. E’ appena iniziata la puntata e la padrona di casa si è presentata sul palco dell’Ariston vestita da farfalla, in memoria della fortunata farfalla di Belen, che lo scorso anno, divenne protagonista assoluta della serata conclusiva del Festival. Poteva farsi sfuggire l’occasione di ironizzare sul tatuaggio più discusso della storia della televisione? Ovviamente no! Certo la visione di Luciana Littizzetto in abito da carnevale con tanto di ali azzurre non avrà suscitato nel maschio italiano il medesimo entusiasmo che scatenò il tattoo intimo di Belen. Del resto l’edizione di Sanremo 2013 è stata piuttosto avara di bellezze divine, così forse per offrire ai poveri uomini all’ascolto un minimo di soddisfazione, è comparsa poi sul palco Bianca Balti, fasciata in uno splendido abito bianco lungo. Make up molto naturale, un pizzico di colore sulle labbra, chioma liscia con shatush e un paio di grandi orecchini dorati.

    Ma lasciamo da parte le super belle, passiamo alle cantanti in gara: ecco i loro beauty look.

    Maria Nazionale raggiunge il palco, avvolta in un abito azzurro intenso, con taglio a sirena. Trucco e parrucco assolutamente identici alle serate precedenti. Eleganza e stile: non pervenuti.

    E’ poi la volta di Annalisa, che sfoggia nuovamente e con orgoglio le sue lunghe gambe bianche. Per la quarta sera aveva scelto un outfit maschile con un’acconciatura raccolta stile retrò; per la finale torna sui suoi passi e indossa uno splendido abito da british doll, azzurro pastello, con gonna a palloncino. Chioma sciolta con boccoli sapientemente distribuiti. Per il make up, un classico smokey eyes sulle cromie del marrone, labbra rigorosamente nude color. Look da 8 in pagella!

    Chiara finalmente cambia stile e piace! Entra in scena con uno splendido ed elegantissimo abito nero impreziosito da fiori di piume nere applicati al punto vita e sul collo. La sua capigliatura ramata è raccolta sulla nuca, in modo molto semplice e naturale. Il make up vede protagonisti gli occhi, con una matita marrone nella rima inferiore ed il classico smokey eyes sulla palpebra. Promossa a pieni voti!

    Malika Ayane, si distingue ancora una volta grazie al suo personalissimo gusto, frutto di una sapiente commistione di stili differenti. La chioma è ricca di riccioli d’oro, mentre il trucco è deciso sugli occhi e modesto sulle labbra: tratto deciso di eyeliner nero, ciglia finte extra volume e labbra sulle cromie del rosa. Il suo look migliore? Quello della terza serata. Le labbra porpora creavano il giusto contrasto con il make up degli occhi.

    Simona Molinari invece cade nella trappola dell’eccesso. Quando si dice ‘il troppo stroppia’: il suo abito è davvero eccessivo, troppo luccicante, mentre il make up è il meno marcato delle cinque serate.

    Torna sul finale in scena Bianca Balti, stretta in un abito di pizzo nero, giusto in tempo per annunciare i vincitori del premio della critica. La sua performance è degna di nota: tenta una sfilata (improvvisata?!) sul palco dell’Ariston et voilà, si imbatte in un volo pindarico del tutto inatteso. Luciana Littizzetto scoppia in una risata fragorosa (e soddisfatta). E’ proprio vero, non basta il beauty look perfetto, lo shatush fresco di parrucchiere e nemmeno l’abito in pizzo. Come ha detto la padrona di casa: ‘L’importante non è essere belle, ma essere fighe!’. E per questo non basta l’estetica, ci vuole anima e coraggio!

    Festival di Sanremo 2013: acconciature e make up 4 serata

    Sanremo 4 serata

    E così, è appena volata via anche la quarta serata del Festival di Sanremo 2013, in cui è stata la musica a farla da padrone. Come consuetudine ormai da alcuni anni, i cantanti per una notte si calano nei panni dei grandi artisti che hanno fatto la storia del Festival. Per l’occasione anche Luciana Littizzetto ha fatto un salto nel passato, indossando la riproduzione dell’abito che Caterina Caselli sfoggiò a Sanremo. Ma non si è fermata qui. Ha completato il look con una parrucca a caschetto d’oro! Così per il quarto appuntamento sanremese la padrona di casa ha ironizzato non soltanto a parole, ma anche a colpi di vestiti! Animo comico di Luciana Littizzetto a parte, sul palco dell’Ariston ha certamente vinto la musica, ma non l’eleganza. Per la semifinale, ci saremmo aspettati look elegantissimi, pettinature di una bellezza impareggiabile e make up raffinati e invece la serata è trascorsa sul filo della sufficienza estetica.

    La prima a salire sul palco è Malika Ayane: indossa un abito nero con un taglio che rende davvero poca giustizia alle sue forme. Per quanto riguarda il make up, solito tratto deciso di eyeliner sugli occhi, ma niente colori accesi sulle labbra. Qualcosa sembra non tornare, il contrasto della bocca era necessario per equilibrare un trucco altrimenti privo di colori e luce.

    E poi arriva il duetto giovane composto da Emma Marrone e Annalisa Scarrone. Outfit maschile per Annalisa e total black look per Emma. Entrambe per gli occhi hanno scelto un classico smokey eyes sulle cromie del nero. Per le labbra Annalisa ha puntato sulla sobrietà di un nude color, Emma invece ha osato con un rosso scarlatto.

    Simona Molinari, per la quarta serata, ‘sposta’ il ciuffo mosso sul viso e nonostante il suo sia un taglio davvero corto, ha dimostrato di saperlo reinventare ad ogni apparizione. Occhi in primo piano con un trucco deciso sui toni del nero e labbra tinte di rosso.

    Maria Nazionale, continua ad esagerare con la scelta di abiti poco adatti all’occasione (e alle sue abbondanti forme), ma per il trucco e parrucco, nessuna novità. Ogni sera è uguale alla precedente.

    Guadagna poi il palco Chiara Galiazzo che, almeno per questa apparizione, ha deciso di apportare una modifica (se pur minima) al look dei suoi capelli. Dalla pettinatura ondulata con riga in mezzo, siamo passati ad una coda bassa. Allegria! (avrebbe esclamato Mike).

    Infine tra le ospiti, l’unica degna di nota è Rosita Celentano. Capelli lisci, castani, molto naturali e un make up davvero raffinato con ombreggiature scure. Splendida e chic.

    Paola Dominguin invece vince il premio per il look peggiore: un outfit total green, difficile da osservare a lungo….noi non siamo nemmeno riusciti ad individuare quale fosse il suo make up!

    Siete pronte per la finalissima di Sanremo 2013?

    Festival di Sanremo 2013: acconciature e make up 3 serata

    Sanremo 3 serata

    Siamo giunti ormai a metà dell’opera, anche la terza serata del Festival di Sanremo 2013 se n’è andata. La puntata è stata davvero interessante: interamente dedicata alla lotta contro violenza sulle donne, ha spiccato per sensibilità dei contenuti, qualità degli artisti e ovviamente per varietà e ricchezza di beauty look. Certo, rispetto alla seconda serata, in cui la sola presenza di Bar Rafaeli, ha sconvolto gli animi dei maschi per la sua bellezza, e quelli delle donne per la raffinatezza dei suoi abiti e per il make up (soltanto l’ultimo sfoggiato), è stata un po’ meno ricca di colpi di scena estetici, ma il livello si è mantenuto alto. Siete curiose di scoprire tutte le acconciature e i make up? Vediamoli nel dettaglio.

    La dolce (si fa per dire) metà della conduzione sanremese, la signora Littizzetto, ha mantenuto la linea della sobrietà per il make up, evidenziando soltanto gli occhi con un’intensa mano di matita nera; per l’acconciatura è rimasta fedele alla scelta del raccolto, tornando allo chignon della prima sera, questa volta intrecciato.

    Simona Molinari, apre la gara canora, con il suo taglio di capelli corto, sistemato in maniera tale da sembrare mosso e spettinato. Il make up? Ovviamente uno smokey eyes nero. Lei riesce ad essere sempre molto trendy.

    Sale poi sul palco Malika Ayane, che oltre ad avere una splendida voce suadente, ha un look che lascia sempre a bocca aperta. Questa volta non rinuncia al tanto amato eyeliner nero e per la terza serata, sfoggia anche un rossetto color porpora. Pettinatura cotonata nella parte alta, dove la serata prima vi erano i ricci definiti ad arte. Un look ispirato al punk style, ma rivisto e reinterpretato con grande raffinatezza.

    E’ la volta di Chiara Galiazzo, stesso look per i suoi capelli rossi: ondulato con riga in mezzo. Un’acconciatura troppo semplice, al punto da sembrare non curata a sufficienza per l’occasione. Interessante invece il make up degli occhi: matita marrone sulla rima inferiore e intense cromie grigio-argento sulla palpebra mobile.

    Infine, un’altra cantante degna di nota è certamente Annalisa, che oltre a sfoggiare le sue splendide gambe (con eleganza), pone sempre l’accento sui suoi grandi occhi con uno smokey eyes deciso sui toni dell’argento.

    Cosa ci aspetterà per la quarta serata?

    Festival di Sanremo 2013: acconciature e make up 2 serata

    Sanremo 2 serata

    La Seconda serata del Festival di Sanremo 2013 si è conclusa. E’ stata certamente più importante della prima dal punto di vista delle acconciature e dei make up, c’è stata molta più carne al fuoco. La presenza femminile sul palco dell’ Ariston, l’ha fatta da padrone, andiamo quindi a scoprire tutti i beauty look del secondo appuntamento della maratona sanremese. Partiamo, come di consueto, dalla padrona di casa, Luciana Littizzetto, la quale ha deciso di andare sul sicuro (look che vince non si cambia) riproponendo il medesimo trucco della prima sera: occhi in primo piano, sottolineati da una matita nera dal tratto intenso, mentre per la chioma dorata ha optato sempre per un raccolto, questa volta non uno chignon ma una semplice coda bassa.

    Passiamo alla figura femminile più attesa, Bar Rafaeli, nota anche per essere l’ex fidanzata di Leonardo di Caprio (e la più ambita dal mondo maschile), che è entrata in scena con un abito turchese firmato Roberto Cavalli, chioma bionda molto naturale, e make up leggero sull’intero viso, fatta eccezione per gli occhi sottolineati dall’immancabile matita nera e da ombreggiature sulle cromie della terra. Voto per il trucco di Bar Rafaeli? Purtroppo non raggiunge nemmeno la sufficienza, possiamo offrirle un cinque di incoraggiamento. Ma per fortuna a fine serata, dopo l’ennesimo cambio di look, ha sfoggiato anche un nuovo make up, uno splendido smokey eyes sui toni del blu, in perfetto accordo con le cromie dell’abito. Complimenti!

    Nella seconda serata Sanremese è stata ospite un’altra prima donna, Carla Bruni, la quale non si è minimamente preoccupata di essere sul palco dell’Ariston e con totale naturalezza, ha sfoggiato un tailleur sportivo grigio e i soliti capelli castani, lunghi, con l’immancabile frangetta. Il make up? Ovviamente un nude look! In questo caso, la signora Sarkozy, non ha subito la mano pesante del make up artist…ma quella del chirurgo estetico.

    Poteva poi mancare Filippa Lagerbäck? Fida compagna della coppia televisiva Fazio-Littizzetto, nel programma ‘Che tempo che fa’, ha sfoggiato un abito nero davvero elegante. Anche il make up è molto raffinato, un po’ retrò, ricorda tanto gli occhi truccati negli anni ’60. Ottima scelta.

    Passando invece alle cantanti, Malika Ayane, mantiene fede al suo eclettismo congenito e si trasforma in bionda con ricci costruiti ad arte su di un taglio piuttosto corto. Mentre per il trucco ha scelto di evidenziare gli occhi e (forse troppo) le sopracciglia.

    E poi c’è la splendida Annalisa, cantante che pur essendo nata dall’utero mediatico di Maria De Filippi, è forse una delle poche che oltre ad avere talento musicale da vendere, ha un perfetto british style innato, un’eleganza austera ed una raffinatezza tutta retrò, che la rende ineguagliabile. Chioma rigorosamente rossa e occhioni in primo piano, grazie ad un smokey eyes intenso sui toni del nero e del borgogna (lei se lo può permettere).

    Festival di Sanremo 2013: acconciature e make up 1 serata

    Sanremo 1 serata

    Si è conclusa la prima serata dell’edizione di Sanremo 2013. E i make up e le acconciature come si sono rivelati? Partiamo dalla presentatrice: Luciana Littizzetto, scanzonata ed ironica come sempre, ha puntato più sulle sue doti comiche che sul look (c’era da immaginarlo). Tuttavia non è l’unica ad aver scelto uno stile molto sobrio, naturale per ‘trucco e parrucco’. Le più coraggiose in termini di stile? Certamente la cantante Simona Molinari che ha sfoggiato un taglio di capelli corto e molto trendy e Valeria Bilello, l’unica che abbia posto l’accento sulle labbra con un rossetto rosso arancio. Per il resto tanti capelli lunghi, morbidamente ondulati e tanti make up sulle cromie nude.

    Questo Festival, fatta eccezione per i contestatori abituali e per le battute costanti e irriverenti di Luciana Littizzetto, non ha mostrato grandi colpi di scena in termini di hair look e make up, eppure si sa, ormai la kermesse sanremese è diventata un’ottima vetrina non soltanto per la musica ma anche per la propria immagine e il proprio stile.

    Andando oltre i capelli raccolti in un piccolo chignon di Luciana Littizzetto, incontriamo una lunga chioma scura, morbidamente ondulata di Ilaria D’Amico, certamente un’acconciatura molto naturale, ma che affiancata da un make up discreto con un leggero accento sugli occhi e ad un abito nero lungo vince senz’altro il premio per l’eleganza. Molto meno sobria è parsa invece la cantante Maria Nazionale, che con il suo abito in raso fucsia (?!) ha creato un contrasto deciso (forse troppo) con il nero corvino dei suoi capelli. Per fortuna, almeno il trucco non era molto marcato. Poi abbiamo avuto il piacere di incontrare le sorelle Kessler di casa nostra, le sorelle Parodi, Benedetta e Cristina, che erano tanto simili in quanto a capigliatura e make-up da sembrare gemelle (fatta eccezione per la frangia sfoggiata da Benedetta, alla quale Cristina ha rinunciato per una più classica riga di lato). In realtà la vera regina di stile, come abbiamo accennato poc’anzi, è stata Simona Molinari con un taglio di capelli corto e molto trendy e un make up deciso, con un intenso smokey eyes nero e zigomi in primo piano, grazie ad una sapiente mano di blush. Un premio al coraggio di osare va anche a Valeria Bilello che ha sfoggiato un nude look sull’intero viso ma ha posto l’accento soltanto sulle labbra con un rossetto che di certo non poteva passare insosservato.

    Questi sono gli stili più o meno coraggiosi della prima serata sanremese, qual è stato il vostro preferito?