Linfodrenaggio: un massaggio anticellulite per il benessere del corpo

da , il

    Linfodrenaggio: un massaggio anticellulite per il benessere del corpo

    La cellulite è un problema che accomuna molte donne e i trattamenti estetici per curarne almeno gli inestetismi si sprecano. Tra questi c’è anche il linfodrenaggio, uno speciale massaggio anticellulite per il benessere del corpo. Lo si vede spesso scritto nei listini prezzi dei centri estetici ma si sa poco di questo intervento: qui cercheremo di fare un po’ di chiarezza al riguardo, cercando di sfatare i falsi miti che vogliono una soluzione al problema in poco tempo. È bene dirlo subito infatti: la cellulite va sempre affrontata per gradi e con un regime alimentare serio ed equilibrato, unito allo sport.

    Come sappiamo la cellulite non è solo un problema estetico ma anche di salute, se pensiamo che la sua origine è dovuta a un deterioramento fisico che negli anni si localizza soprattutto nelle gambe e nei glutei. Dai medici viene chiamato lipodema e, questo gonfiore, un accumulo di grasso, comprime i vasi linfatici rendendo i capillari molto più fragili.

    Oltre al fattore genetico, importante nei casi più gravi per una certa predisposizione, c’è spesso anche un problema di metabolismo, dovuto a una vita sedentaria dove si pratica poca attività fisica. Nei casi più gravi la cellulite può determinare disturbi al sistema circolatorio: attività fisica e un’alimentazione equilibrata quindi sono alla base dell’attacco reale del problema.

    Oltre a questi accorgimenti, è possibile utilizzare la tecnica del drenaggio linfatico manuale. In cosa consiste nella pratica questo massaggio? Il linfodrenaggio è un movimento accurato e mirato, dove viene spostato il liquido che si è accumulato in una precisa zona, portandolo verso un’uscita, che consiste proprio nei vasi linfatici. Si rilassano così anche le fibre muscolari e viene eliminato il liquido interstiziale.

    Cos’è nello specifico la linfa? La linfa è composta da vari elementi tra cui: sali minerali, proteine, acqua, ossigeno. Deve scorrere lungo i canali, perché contribuisce al nutrimento delle cellule e permette l’eliminazione dei rifiuti.

    Il movimento del massaggiatore si ripeterà più volte ma non deve essere utilizzata nessuna crema o olio cosmetico: l’aderenza della mano infatti è necessaria per effettuare il linfodrenaggio nel modo migliore. Al massaggio va associata poi una pressione più leggera, che facilita il drenaggio della linfa, senza aumentare la quantità di liquido nei tessuti. Nessun intervento che non sia associato a una dieta sana e all’attività fisica può fare miracoli: la cellulite è un problema che deve essere affrontato con costanza e senza credere ai falsi miti, molto moderni, del tutto e subito.