Macchie della pelle: come evitare i danni causati dal sole

da , il

    Macchie della pelle: come evitare i danni causati dal sole

    Avere un colorito dorato, ottenere una tintarella perfetta è il desiderio di tutte noi all’arrivo dell’estate. Cerchiamo di abbronzarci velocemente per sentirci più a nostro agio in spiaggia, con i vestitini scollati e per poter salutare per un paio di mesi fondotinta e fard. Purtroppo però si tende a fare delle stupidaggini per avere la tintarella speedy.

    Il sole fa bene se preso nelle dosi giuste. Aiuta la produzione di vitamina D, fa bene all’umore e alle ossa. Ma, come ogni cosa, va gestita senza eccessi. Molti personaggi dello spettacolo si proteggono in modo ossessivo dai raggi solari. Sfoggiano una pelle di luna come Nicole Kidman, o semplicemente un aspetto piuttosto diafano come Madonna, che fa il bagno in mare con l’ombrello. Non dobbiamo arrivare a tanto.

    I danni provocati dal sole sono tanti. Le macchie solari sono la prima cosa che emerge quando la nostra pelle si sensibilizza e viene irritata dal sole. Appaiono delle chiazze, di diverse dimensioni, specialmente sul viso, décolleté e mani. Non utilizzate oli solari, anche se la tentazione è forte perché permettono di ottenere un’abbronzatura in breve tempo, non vi proteggono dai raggi UV. La protezione solare è fondamentale e deve avere un fattore dai 15 SPF in su.

    Se le macchie iniziano a comparire andate subito dal dermatologo. Spesso con una cura apposita spariscono nel giro di 6 mesi. Se persistono la soluzione unica è il laser, con poche sedute la macchia viene eliminata. Ricordatevi che la prevenzione è sempre importante, anche per essere più belle.