Nuovi profumi? In pastiglia da ingerire

da , il

    Nuovi profumi? In pastiglia da ingerire

    Le novità nel campo dei profumi sono degne di ogni migliore aspettativa, o perplessità dipende dai punti di vista, a quanto pare il profumo di domani non verrà più venduto in bottigliette con applicatore ma in pastiglie da ingerire, pillole chiamate Fybersense, e, a quanto leggo, già in vendita, anche se in Italia non sembrano essere approdate, almeno per il momento. Le pillole una volta ingerite mutano il sudore in profumo, in questo caso profumo di lavanda.

    Fybersense è la rivoluzionaria idea dell”Università federale del Ceará , Brasile, 90 capsule per circa $ 18,00, dicono i produttori che le pillole non provocano danni collaterali alla salute dell’uomo, in poche parole la pillola cambia l’odore del sudore tramutandolo in profumo, aroma di lavanda appunto.

    Leggendo più accuratamente ho però scoperto che le pillole sono controindicate alle persone allergiche ai crostacei, ai bambini, e alle donne in gravidanza, forse così innocue non sono. Una volta analizzati i contro, andiamo a vedere i pro, personalmente mi stuzzica l’idea di inghiottire il profumo, che immagino negli anni presenterà anche nuove fragranze, ma vi immaginate lo Chanel n° 5 da mangiare?

    L’idea in realtà è semplice, alcuni cibi influiscono sull’odore del nostro corpo, preso questo concetto e analizzato cosa chimicamente causa il cambiamento, il gioco è fatto, gli scienziati ci hanno messo tre anni per proporre la famosa pillola.

    Addio quindi al rito femminile della vaporizzata di profumo? Non credo, la scienza avanza ma le abitudini delle donne sono dure a cambiare.