Olio indiano: guida alla pulizia dei punti neri

da , il

    Oggi vi parliamo dell’olio indiano fornendovi una piccola ed efficace guida alla pulizia dei punti neri. Infatti questo prodotto – su parere di molte che l’hanno provato e che lo trovano davvero efficace – pulisce a fondo il viso, svuota i pori e toglie i punti neri.

    Come si utilizza

    Al contrario di quanto riportato sulla confezione – dove si indica di pulire il viso mettendo direttamente l’olio su un dischetto e strofinarlo sulla pelle – è meglio che lo spruzziate sulle mani e lo stendiate sul viso insistendo particolarmente nelle zone dove si concentrano maggiormente i punti neri, la cosiddetta zona T: fronte, naso e mento. Naturalmente quest’operazione è preferibile farla dopo una doccia calda o un bagno di vapore al viso, in modo che i pori risultino dilatati e pronti a ricevere il prodotto e soprattutto sulla pelle completamente pulita e priva di qualsiasi traccia di trucco.

    Lasciatelo in posa per circa 10-15 minuti. Prendete dei dischetti di cotone e passateli nelle zone del viso dove avete steso l’olio fino a quando l’ultimo non risulti bianco. Sciacquate la pelle con acqua tiepida e detergente delicato. Poi utilizzate un tonico per richiudere i pori. Inizialmente fate questo trattamento tre volte a settimana. Quando la vostra pelle sarà meno impura vi basterà una pulizia a settimana.Vi regolerete da sole anche in base alla sensibilità della vostra cute.

    Dopo il trattamento lasciate respirare la pelle per alcune ore prima di truccarvi. Nel tutorial allegato c’è un consiglio extra per la pulizia del viso. Esistono varie marche, di questo prodotto, quello più diffuso è Olio Indiano Vian Kaloderma e lo si trova nella grande distribuzione, a un prezzo medio di 5,00 Euro.