Olivia Wilde make up: l’eyeliner scuro è il suo segreto

da , il

    Olivia Wilde make up: l’eyeliner scuro è il suo segreto
    Se vivete a New York o siete delle fan di una delle stelle nascenti di Hollywood, avrete probabilmente notato il make up di Olivia Wilde durante le riprese del film The Longest Week a Manhattan [diretto da Peter Glanz], di cui è protagonista assieme a Jason Bateman e Billy Crudup. Anche se il suo personaggio, Beatrice, ha un debole per il trucco occhi dai toni scuri, in particolare per il design alato, make up anni 60, nella vita reale la Wilde è più per un trucco semplice e poco professionale.

    Recentemente apparsa sul magazine Allure, Olivia Wilde ha raccontato del suo divorzio da Tao Ruspoli e delle storie che alcuni tabloid hanno scritto sulla sua vita personale, e di quanto si sappia poco di lei. Il look creato per tale servizio fotografico è stato opera di Makky P : il make up è caratterizzato essenzialmente da un fondotinta cremoso e luccicante, per avere l’effetto di una pelle sana e luminosa. Fard opaco rosa sulle guance e per mantenere un risultato generale di look naturale, sulle labbra rossetto in colore rosa puro con sopra un leggero strato di balsamo chiaro.

    Tuttavia, da quando Olivia WIlde è diventata la nuova testimonial Revlon, pubblicizzando in particolare la serie di ombretti ColorStay Eyeshadow, ha dovuto affinare le sue abilità. Il trucco occhi proposto sul set della pellicola The Longest Week è veramente straordinario, caratterizzato dal semplice uso di eyeliner.

    Per ottenere un effetto coprente il make up artist ha utilizzato i nuovi eyeliner in gel del marchio Revlon, linea ColorStay: la formula cremosa è contenuta in piccoli vasetti di vetro con pennello applicatore dalla punta spessa. Il gel è molto più facile da lavorare e non crea sbavature, a detta dell’attrice, molto soddisfatta del suo make up, che ricorda il design fornito dalla serie di eyeliner Velvet Eyes della Dior.