Pressoterapia: come funziona questo trattamento anticellulite?

da , il

    Pressoterapia: come funziona questo trattamento anticellulite?

    Lo troviamo spesso scritto nei listini dei centri benessere, ma scritto così non riusciamo bene a capire in cosa consiste: stiamo parlando della pressoterapia. La domanda che spesso ci facciamo è: come funziona questo trattamento per il corpo anticellulite? Quali sono le sue caratteristiche che dovrebbero aiutare le donne a limitare l’antiestetico effetto buccia d’arancia? Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta.

    Deve essere subito specificato che la cellulite, oltre ad essere un problema che affligge molte donne, è un’alterazione del tessuto sottocutaneo. Le cellule adipose che sono presenti in quelle zone sono composte da spazi dove si accumulano liquidi in eccesso. La cellulite quindi non è solo un problema estetico ma può arrivare a cambiare il flusso sanguigno, rendendolo più lento e provocando la ritenzione idrica. Sicuramente uno stile di vita sedentario e un’alimentazione scorretta possono aumentare il problema, ma fortunatamente su questo è possibile intervenire in modo anche radicale. Evitate fumo e alcool e praticate un’attività fisica costante, assicurandovi di associare anche una dieta che comprenda molta frutta e verdura. Non è necessario fare ore di corsa, basta anche una camminata un po’ più spedita ogni giorno per tornare a casa da lavoro o scegliere uno sport che vi piace da praticare almeno tre volte la settimana.

    I trattamenti dei centri estetici sono tanti per cercare di limitare i danni della cellulite, e la pressoterapia è uno di quelli. In cosa consiste? Comparsa nel mondo delle tecniche anticellulite una quindicina di anni fa, è un’apparecchiatura che sta riscuotendo molto successo tra le donne che l’hanno provata. Si riattiva la circolazione venosa e la si rende più efficiente. Questi apparecchi, simili a dei gambali, dove si devono infilare le gambe, si gonfiano e si sgonfiano, e dovrebbero riattivare la circolazione. I gambali non agiscono su tutta la zona nello stesso momento ma viene seguita una sequenza centripeta, copiando quella che realmente avviene tra sangue venoso e linfa.

    È importante affidarsi a centri molto seri, che abbiano le apparecchiature certificate e che non creino dei danni alla salute. La pressione della macchina infatti non dovrebbe mai andare oltre quell’arteriosa minima, altrimenti viene ostacolato l’arrivo del sangue ossigenato ai tessuti. Le zone che solitamente vengono trattate con la pressoterapia sono gli arti inferiori o le zone del corpo con problemi di circolazione. Il trattamento può essere accompagnato con oli essenziali applicati manualmente o attraverso, ad esempio, altri trattamenti come il Body Wrap, uno speciale bendaggio che aiuta il sistema linfatico. Un ciclo completo di trattamento prevede circa dieci o dodici sedute due tre volte la settimana, che dovrà poi essere accompagnata da una terapia di mantenimento. È bene sottolineare che questo tipo di trattamento è sconsigliato a chi soffre di capillari deboli.