Profumi donna: quali sono i più acquistati?

da , il

    Profumi donna: quali sono i più acquistati?

    Difficile stabilire quali siano i profumi più acquistati in Italia, non tanto per una mancata classifica o lista marketing visto che sono appena passati pochi mesi dal 2011, quanto per il fatto che il profumo è uno di quei prodotti talmente personali che se chiedessimo a dieci donne ‘Qual è la loro fragranza preferita’ probabilmente tutte risponderebbero diversamente. Tuttavia, tralasciando i gusti personali, tra le cinque migliori fragranze per donne del 2010 vi sono J’adore di Dior, Chanel N°5, Angel di Thierry Mugler, Coco Mademoiselle e Kenzo Flower by Kenzo, mentre il primo profumo lanciato nel 2011 è Lady Million di Paco Rabanne con un fatturato di quasi 18 milioni di euro. Accanto a P.R. si posizionano anche i profumi Lancôme, Yves Saint Laurent, Nina Ricci, meno sostenuti negli ultimi due anni ma in forte ripresa.

    Per quel che riguarda la quantità vanno per la maggiore i flaconi da 44 ml e da 30 ml, rispetto ai grandi bottiglioni da 76 ml preferiti dagli uomini, dimostrando forse che le donne sono più volubili alle fragranze, preferendo investire nell’acquisto di piccole confezioni per potere provare e comprare diversi prodotti, vista l’enorme vastità di profumi presenti sul mercato. Basti pensare ai tanti marchi noti come Guerlain, Givenchy, Calvin Klein, Lolita Lempicka, Azzaro, Patrizia Pepe che ha recentemente lanciato il profumo ispirato al mondo della musica e della danza, Giorgio Armani e a quelli meno popolari componendo un settore apparentemente saturo. Tante etichette importanti eppure manca all’appello il fenomeno del momento, ovvero le fragranze create dalle star. Ve ne sono talmente tante che ormai si fa fatica a tenere il conto. Tra le più recenti lanciate sul mercato vi è Purr di Katy Perry, Lady Gaga e il profumo al sapore di sangue e sperma, Rihanna con Reb’l Fleu, Kate Moss con Vintage Muse, Kate Walsh e il suo Boyfriend, e tanti altri ancora che vanno a formare un tipo di marketing che vuole sempre più celebrità impegnate in più settori. Tuttavia di questi profumi nessuno è ancora arrivato ad un livello di vendita tale da essere inserito in qualche classifica, segno che non basta avere un nome di spicco per far vendere un profumo, ma è l’essenza giusta a fare la differenza, soprattutto per le donne.