Profumi giapponesi: le fragranze di Masaki Matsushima

da , il

    Se non avete voglia di allinearvi alle tendenze e invece volete portare addosso un tocco di originalità, potete optare per i profumi giapponesi: tra i più famosi ci sono quelli di Masaki Matsushima. I profumi per l’autunno sono usciti quasi tutti: le grandi case di cosmetici e i profumieri più famosi hanno collaborato alle più diverse soluzioni. La soluzione delle fragranze orientali può essere quindi quel tocco che vi distingue dalle altre, grazie ai profumi di una tradizione lontana.

    La prima domanda che bisogna farsi è: chi è Masaki Matsushima? È un designer di 45 anni che proviene da uno dei college più famosi del Giappone, il Tokio Bunka Fashion. Nel 1992 dà vita alla sua azienda Masaki Matsushima Paris e presenta le sue collezioni a Tokio e Parigi. La sua caratteristica fondamentale è quella di trovare il giusto mix tra il minimalismo, tipico della tradizione del suo paese, e l’avanguardismo, storia invece del pensiero occidentale.

    Le sue fragranze, nel corso degli anni, sono diventate un must e hanno avuto la peculiarità di combinare il profumo al design, in una costante armonia di ricerca. Andiamo adesso con ordine a elencare alcuni dei suoi profumi.

    La sua storia nel mondo delle fragranze comincia con Mat: linee pure e perfette, spalancano la fragranza ai giochi di luce. La composizione è fatta di frutta, muschio e iris, frutto che per questa stagione è presente anche nell’Iris Nobile di Acqua di Parma. Masaki Matsushima ha anche proposto il Mat Chocolat, una versione con note frizzanti di frutta e rosa, lasciando spazio al cuore di cacao, con una scia di sandalo. Il packaging qui ha il colore del legno, riprendendo la tonalità tipica del cioccolato.

    Un altro profumo prende il nome di Suu, che in giapponese significa respiro, e nella sua piramide olfattiva, comprende le note del pompelmo cinese, fino a sbocciare in un cuore floreale delicato. Il tutto si conclude con una scia di legno di cedro e muschio.

    Per gli amanti dei profumi frizzanti e freschi, come il nuovo Armani Acqua di Gioia essenza, il designer giapponese ha pensato alla fragranza Acqua Platinum, dove gli accordi di minerali metallici e della menta forte, si uniscono al pepe nero e al legno di orris, per concludersi con le note del legno di cashmire. Per un profumo molto sensuale, al pari quasi della nuova proposta Valentina di Valentino, si deve passare invece al profumo M, con una composizione di legni fioriti e frutti di agrumi: mandarino, bergamotto e pompelmo con bacche di ginepro e radici di iris.