Rimedi occhi gonfi: come fare l’impacco alla camomilla

da , il

    Rimedi occhi gonfi: come fare l’impacco alla camomilla

    Quante volte vi è capitato di svegliarvi con l’aspetto di una che è stata riempita di pugni la sera prima? Occhi gonfi…brutto inestetismo di cui siamo soggette in tante e sicuramente è un ostacolo alla nostra bellezza. Gli occhi gonfi possono venire per tante ragioni: dormito poco, dormito male, aver esagerato con le bibite alcoliche la sera prima, intolleranza alimentare o cena pesante. Ma anche quando non vi sono le cause appena descritte, può succedere che ci svegliamo con degli occhi gonfi intollerabili. Che fare? Il classico rimedio alla camomilla è decisamente un evergreen pratico ed efficace, ma come si realizza un buon impacco alla camomilla? Vediamolo insieme.

    I rimedi per occhi gonfi vanno dalle creme, all’acqua fredda, alla bacinella con acqua e ghiaccio e numerose immersione per qualche secondo…ma l’impacco alla camomilla è sicuramente uno dei più efficaci

    Ingredienti:

    Due bustine di camomilla

    Garze sterili di forma quadrata

    Quattro dischetti di cotone

    Acqua

    Pentolino

    Fornello

    Preparazione:

    Prima di tutto dovete prendere un pentolino e di riempirlo con dell’acqua. Dopo aver fatto questo, mettete il pentolino sul fuoco e portate l’acqua a ebollizione. Successivamente, mettete all’interno dell’acqua due bustine di camomilla.

    A questo punto dovete spegnere il gas e lasciar raffreddare l’acqua e le bustine finché diventeranno tiepide. Raggiunta la temperatura tiepida quasi fredda, lavatevi le mani ed asciugatele: questo passaggio è importante per non toccare le mucose degli occhi con batteri o polveri che potrebbero irritarle. Ora prendete le garze sterili e tenetele aperte.

    A questo punto prendete i due dischetti di garza e immergeteli nell’acqua. Sdraiatevo sul divano, rilassatevi e successivamente applicate queste garze sull’occhio chiuso. Naturalmente dovrete ripetere l’operazione con l’altro occhio utilizzando, per una questione di igiene, una nuova garza.