Rughe donne, gli uomini le accettano solo sul volto di mamma e nonna

da , il

    Rughe donne, gli uomini le accettano solo sul volto di mamma e nonna

    Più volte mi sono chiesta perchè mai le donne del terzo millennio dimostrassero una tale fobia, perchè oramai di fobia si tratta, verso le proprie rughe. Dato che il mercato della bellezza si sta sbizzarrendo proponendo le novità antirughe più incredibili, appare evidente che la richiesta è aumentata. Tutte lisce come una pesca? A quanto pare si ma se vi chiedete perchè, almeno a livello nazionale, sappiate che la causa scatenante sono gli uomini, anzi i mariti che accettano le rughe solo sul volto di mamma e nonna, mentre vogliono una compagna sempre giovane, fresca e luminosa.

    Ricapitolando, i maschi italiani perdonano le rughe solo se queste compaiono sul volto della mamma e della nonna, già a 90anni voglio proprio vedere chi ha il coraggio di contestarle le rughe, mentre se ad averle è la moglie o la compagna rappresentano trascuratezza e vecchiaia.

    L’indagine, impietosa verso il genere maschile, è stata condotta da Demoskopea per Vichy, ha preso in esame oltre 1000 uomini dai 16 ai 65 anni, di classe sociale media e istruiti. Le rughe vengono accettate solo se compaiono sui famigliari più stretti, mentre se compaiono sul resto dell’umanità, femminile, vengono vissute come un’interferenza significativa. Tradotto dagli esperti: le rughe non modificano gli affetti, però attentano al desiderio

    .

    La prima domanda sulle rughe ha visto che il 58% degli uomini intervistati vive le rughe con disinteresse, il 34% con indulgenza e tenerezza, il 9% con criticità, a primo impatto sembrerebbe un giudizio indulgente, ma molto viene giocato dal ruolo della donna in questione, perchè se la donna diventa molto vicina, mamma o nonna, le rughe subiscono una metamorfosi, nobili, ovvero simbolo di saggezza, esperienza, espressività, e ineluttabili il tempo che passa, la vita vissuta, la tensione. Uscendo da ogni rapporto familiare le stesse rughe diventano un disturbo.

    Che i maschi italiani fossero dei mammoni è stato più volte ribadito, oramai ho l’impressione che l’etichetta sia diventata indelebile seguita da bamboccioni, ma finchè questi sono i risultati diventa davvero impossibile cambiare opinione. Gli uomini italiani considerano le rughe di mamma testimonianza della fatica, la saggezza, la vita vissuta, mentre se le stesse rughe compaiono sul volto della suocera sono riprovevoli, della moglie, tempo che passa e per alcuni addirittura un’assicurazione contro il rischio di tradimenti, sull’amante segno di trascuratezza. E quale sarebbe la soluzione secondo il maschio italiano che evidentemente considera ancora mamma e moglie esseri appartenenti a due generi differenti? La scienza della cosmesi, è già un uomo su 5 crede in un futuro senza rughe, e il 90% è convinto che ogni donna dovrebbe adottare almeno un rimedio per contrastare le rughe e ogni dimostrazione del tempo che passa.