Smagliature e cicatrici addio, arriva la biodermogenesi

da , il

    Smagliature e cicatrici addio, arriva la biodermogenesi

    Moltissime donne convivono con i segni visibili come smagliature, causate dalla gravidanza ma anche da una perdita veloce di peso, cicatrici e altri inestetismi fastidiosi, per loro potrebbe finalmente arrivare la parola cura a questi disturbi. Questi segni del corpo sono attribuibili a una perdita di elasticità del tessuto cutaneo che di contro presenta delle cicatrici di colore bianco dovuti allo sfibramento di derma ed epidermide. Sembra che finalmente sia possibile intervenire su queste cicatrici con un nuovo metodo non invasivo e delicato: la biodermogenesi.

    La biodermogenesi arriva da un tecnica usata nello sport, soprattutto in caso di strappo muscolare, e tratta la perdita di elasticità della pelle, in seguito alla rottura delle fibre elastiche del derma, con dei campi magnetici e delle onde quadre. Lo studio dell’Università di Pisa e coordinato dal dermatologo Andrea Artigiani ha coinvolto 18 pazienti, trattati i con macchinari che utilizzano le radiofrequenze e i campi magnetici. Durante la prima fase si è assistito alla riduzione dello spessore corneo, poi alla nutrizione ed infine alla rigenerazione della pelle stessa attraverso uno stimolo della produzione naturale di collagene ed elastina.

    La ricerca potrebbe aiutare moltissime donne italiane, 18milioni a partire dai 12 anni, e uomini, 8 milioni, alle prese con le smagliature bianche a dire finalmente addio al sempre più comune fastidio. Questi segni del tempo e non solo compaiono su seno, addome, glutei, braccia e gambe, anche se gli stessi studiosi sottolineano che è sempre meglio prevenire attraverso una costante idratazione della pelle, una sana alimentazione e attività motoria.