Tatuaggi fiori, tante idee per decorare il tuo corpo

da , il

    In Italia e in tutto il mondo sono famosi i tatuaggi che appartengono alla tradizione nipponica: tatuaggi con fiori di ciliegio, tatuaggi con fiori di loto, fiori di acero. In realtà, pochi sanno, che nel Sol Levante è una ‘moda’ che attrae i giovani solo da pochi anni. In Giappone i tattoo non hanno una buona reputazione, la gente comunemente riconduce le persone tatuate (soprattutto con certi simboli) a personaggi appartenenti alla mafia giapponese.

    Ma veniamo a noi, all’occidente: nei nostri paesi, soprattutto negli ultimi anni, stanno spopolando i tatuaggi con i fiori giapponesi: fiori di ciliegio, le peonie, i crisantemi, fiori di loto. Ogni fiore tatuato, secondo la tradizione, ha un significato preciso.

    Il fiore di ciliegio: è il fiore nazionale del Giappone, dotato di una bellezza elegante e sobria, fiorisce a primavera e dopo aver raggiunto in pochi giorni l’apice del suo splendore muore portato via dalla brezza primaverile. La perfetta immagine simbolo della vanità di ogni ambito della vita: la gioventù e la bellezza, la fama e la ricchezza.

    Il crisantemo, contrariamente all’uso occidentale, non è legato alla morte, anzi in Asia è simbolo di longevità, perché spunta in autunno e sfida il gelo dell’inverno. Simbolo legato alle antiche tradizioni, rappresenta forza e determinazione.

    Il fiore di loto, certamente il prediletto tra i tatuaggi giapponesi, rappresenta uno dei simboli della religione buddista, esso raccoglie il suo nutrimento dalla melma del fondo dello stagno per nutrirsi, sbocciare e diventare simbolo della purezza più profonda dell’essere umano.

    Attenzione! Questi fiori non si possono inserire nello stesso tatuaggio o mescolare tra di loro perché ognuno rappresenta una stagione precisa: il ciliegio la primavera, l’acero in autunno, ad esempio.

    Mescolarli o inserirli in un elemento che non gli appartiene sarebbe un errore imperdonabile (ed inguardabile per un orientale).

    I tatuaggi femminili poi, oltre al loro significato intrinseco, possono variare in qualsiasi direzione, si va dal carino e divertente, al bello ed erotico, aggiungendo un tocco di personalità ad ogni donna. In particolare i tatuaggi floreali sono considerati estremamente sexy ed attraenti, divenendo un mainstream socialmente accettabile in quasi ogni ambiente, anche nel posto di lavoro. Sulle spalle o sui piedi i tatuaggi d’estate vengono scoperti indossando vestiti sexy e sandali. Il rapporto tra tatuaggi e donne è addirittura aumentato del 70% rispetto agli anni passati e le ragioni principali sono nel fatto che i tattoo riflettono spesso un lato nascosto della personalità femminile oppure eventi importanti, come il momento in cui si innamora davvero e si vuole suggellare il rapporto tra fidanzati.

    Ci sono molti disegni popolari per le donne oltre ai fiori: farfalle, fate, cuori, libellule, simboli religiosi, stelle, soli e disegni tribali che sembrano essere lo standard per la maggior parte dei tatuaggi femminili. Il primo passo nel momento in cui si vuole un tatuaggio è la ricerca. Ci sono tre aspetti molto importanti in questa fase. Il primo è determinare il progetto, studiarsi tutti i tipi di fiori, flora e fauna e decidere quale immagine e quale significato si desidera rappresentare sul proprio corpo. La seconda è scegliere una posizione per il vostro tatuaggio e successivamente quindi determinare la dimensione e la definizione del tatuaggio in base alla posizione desiderata. La fase 3 è rappresentata dalla scelta dello stencil: è possibile scaricare uno tra i milioni di pre-made su internet oppure recarsi direttamente in un negozio di tatuaggi e sceglierne uno dal lookbook, o farvelo disegnare da un vostro artista di fiducia. Se si tratta del vostro primo tatuaggio fatevi consigliare da un amico sul salone e assicuratevi sempre che sia un posto tranquillo e pulito.

    Nel 2012, come già accennato prima, le mode del settore hanno rivolto l’attenzione in particolare sui tatuaggi femminili sul braccio e dietro al collo convogliando tutto l’estro creativo sul fiore di loto, dal forte significato simbolico. Il disegno del fiore di loto ha diversi soprannomi. Alcune persone lo chiamano il fagiolo dell’India, altri lo chiamano il sacro loto. Altri ancora lo chiamano il loto indiano. La maggior parte di noi, però, lo chiamano semplicemente Loto. Per le amanti del tatuaggio, che credono nella tranquillità, nella pace interiore, questo disegno è la scelta ideale. A volte vi sono anche delle aggiunte come un albero di banyan o una colomba infusa al design floreale. In questo caso i japan flower tattoo sono i più ricercati per i dettagli romantici e delicati ma richiedono ampio spazio sul corpo per la creazione, bellissima nel risultato.

    Nel periodo post tatuaggio evitate di usare lozione sulla pelle in particolare sulla zona tatuata, per evitare reazioni allergiche, batteri e infezioni. Evitate di grattarvi: il prurito purtroppo è parte del processo di guarigione e indica invece che siete sulla buona strada per il recupero, ma non graffiatevi con le unghie rischiando così di rovinare l’immagine e di lasciare delle cicatrici terribili e colori difettosi sul corpo.