Tinta fai da te: una guida per non sbagliare

da , il

    Tinta fai da te: una guida per non sbagliare

    Tinta fai da te: una guida per non sbagliare – E’ spesso convinzione diffusa che per colorare i nostri capelli, in vista di un cambio look o semplicemente per coprire quelli bianchi, ci si debba rivolgere necessariamente al parrucchiere. Tuttavia, ormai da anni, esistono in commercio veri e propri kit per la tinta fai da te, da realizzare comodamente a casa propria. Ovviamente gli strafalcioni e gli errori sono dietro l’angolo, specialmente per le più inesperte. Per questo, vi proponiamo una piccola guida per non sbagliare: dalla scelta del colore alla sua applicazione, ecco tanti accorgimenti da tenere a mente per un risultato impeccabile.

    Tingere in modo autonomo e “casalingo” i nostri capelli rappresenta un’alternativa economica (e più rapida se si pensa alle code da affrontare!) al parrucchiere. Tuttavia molto spesso il risultato non è quello sperato: il colore scelto si rivela essere troppo chiaro o troppo scuro, ci si ritrova con la pelle macchiata e la tinta sembra non attecchire bene sulle radici e le lunghezze. Per evitare errori imbarazzanti esistono naturalmente dei piccoli ma preziosi consigli da tenere presenti in tutte le fase della tinta fai da te.

    Scegliere la tinta giusta, ad esempio, è alla base di tutto: selezionare la nuance più adatta costituisce un requisito fondamentale per l’esito positivo della nostra colorazione. Oggi sono disponibili formule più leggere e meno dannose rispetto a quelle diffuse in passato e la palette cromatica cui gli utilissimi kit in commercio fanno riferimento si costituisce davvero di moltissime sfumature: se siete indecise tra due colori preferite sempre quello di un tono più chiaro, scurire è decisamente più semplice che schiarire a tinta eseguita. Indecise sul colore da scegliere? Sappiate che un incarnato olivastro non dovrebbe mai andare di paripasso col biondo ma, anzi, andrebbe accompagnato da un castano intenso, sino ad arrivare al nero, valorizzato nella sua corposa bellezza naturale. Se avete una pelle dorata con sottotono caldo di fototipo medio/chiaro optate invece per le nuance del caramello e del biondo miele mentre con la pelle diafana sono i rossi o, eventualmente, il contrasto con la chioma scura ad andare per la maggiore.

    Una volta selezionata la sfumatura che più fa per voi, scegliete tra i tanti prodotti in kit, ad oggi presenti anche nei supermercati oltre che nei negozi specializzati, e seguite attentamente le istruzioni che troverete in allegato con il prodotto. Proteggete collo, fronte e orecchie con una crema per impedire alla tinta di spostarsi, poi suddividete uniformemente il prodotto su tutta la lunghezza del capello lasciando riposare per il tempo definito sulla confezione. Non dimenticate mai di usare i guanti e, una volta esaurito il tempo di posa, di risciacquare molto bene e a lungo. I capelli tinti vanno “coccolati”: scegliete uno shampoo specifico per capelli colorati e applicate regolarmente delle maschere, specialmente se idratanti: ne esiste una per ogni tipo di capello.