Trapianto di ciglia: l’ultima novità della chirurgia estetica

da , il

    Trapianto di ciglia: l’ultima novità della chirurgia estetica

    Se quelle finte non sono proprio un prodotto adatto a voi, sappiate che ora esiste il trapianto di ciglia, la nuova frontiera della chirurgia estetica. Da sempre lo sguardo è un punto fondamentale della bellezza di una donna, e da decenni le case di cosmetiche combattono la battaglia del mascara più adatto a creare un effetto sensuale e naturale. Se sono troppe corte, o se si sono rovinate in seguito a incidenti o ustioni, ora arriva in vostro aiuto un innovativo intervento.

    La nuova tecnica consisterebbe nella stessa procedura che si segue per il trapianto di capelli, prelevando dei follicoli piliferi dalla nuca della paziente. Successivamente vengono fatte delle microincisioni lungo il margine dove crescono le ciglia, inserendo poi i peli. Se vi preoccupate del rigetto, gli esperti dicono che si può stare tranquilli: i follicoli sono riconosciuti come propri e il vostro sguardo sarà composto da ciglia lunghe e folte. Nel nostro Paese è una tecnica ancora sperimentale mentre in altri Paesi è in voga da molti anni. In Inghilterra, il più famoso esperto del campo è di Manchester: il dottor Bessam Farjo.

    I rimedi fino a oggi sono sempre stati temporanei e non privi di rischi: un uso prolungato della colla per attaccare quelle finte, poteva voler dire nel lungo periodo danneggiare o diradare quelle vere. Il costo può variare, anche di molto, dipende molto dal Paese. Gli Stati Uniti sono il Paese forse con più esperienza in questo campo: un intervento si aggira intorno ai 3.000 dollari per palpebra. Se invece facciamo un piccolo salto in Cina, il costo può scendere fino a 1.200 dollari per tutte e due, ma ovviamente dipende dal caso. Essendo un’operazione molto delicata è comunque necessario rivolgersi a un chirurgo esperto e rinomato. In America, medici come Alan Bauman e Jeffrey Epstein, hanno fatto la loro fortuna con questo tipo di trapianto.

    Le ciglia trapiantate sono dei veri e propri capelli inseriti nelle palpebre, con gli stessi tempi di crescita, che dovranno essere accorciate periodicamente. Insomma, armatevi di pazienza e di forbici se volete uno sguardo felino. Questo tipo d’operazione chirurgica sembra seguire di poco tempo un’altra delle ultime novità in materia d’interventi estetici: il trapianto di sopracciglia. L’operazione in questione, nata per rimediare i segni di alcuni casi di gravi ustioni, viene praticata in anestesia locale e ha una durata di tre ore circa, dopo aver prelevato una piccola striscia di cute dietro la nuca. Il chirurgo poi applica i follicoli prelevati uno alla volta, effettuando circa 50 incisioni.