Tutti pazzi per Belen: boom di minorenni dal chirurgo plastico

da , il

    Tutti pazzi per Belen: boom di minorenni dal chirurgo plastico

    Grazie ad un sondaggio effettuato il mese scorso dalla Sime, la Società italiana di medicina estetica, su un campione di 500 pazienti, di cui il 98% erano donne, dei medici estetici italiani, si sono definiti i modelli di bellezza che le donne vogliono imitare ricorrendo alla chirurgia estetica e al top chi c’è? La chiacchieratissima Belen Rodriguez. La show girl argentina che da quando ha partecipato all‘Isola dei Famosi è un giorno sì e l’altro pure sulle copertine delle testate di cronaca rosa italiana.

    Le ragazze che ricorrono alla chirurgia estetica vorrebbero tutte essere come Belen Rodriguez, in effetti il suo fisico non è niente male: gambe lunghe e sottili così come le braccia, abbastanza in soda e molto femminile.

    In particolare il sondaggio ha posizionato al primo posto Belen Rodriguez che incarnerebbe l’ideale di bellezza femminile per il 35,7%, segue dopo poco la ex premiere dame francese Carla Bruni con il 26,2% di approvazioni, al terzo posto c’è Paola Cortellesi con il 22% e poi Milly Carlucci con il 16,2 %. Secondo il 58% delle donne intervistate poi il top tra gli uomini sarebbe George Clooney, seguito con il 18,5% da Barack Obama poi Fiorello con il 16,4 % e Bobo Vieri con il 7,3%.

    Sulla bellezza di Belen Rodriguez in effetti non c’è molto da commentare, come ideale di bellezza ci può anche stare, si donne con quel fisico ce ne sono molte altre e magari con un po’ di carattere in più, ma che dire, oggi si parla di lei e domani sarà il turno di un’altra, quello che però fa più riflettere è l’età in cui ci si reca dallo specialista. Nel 2012 le donne che ricorrono alla chirurgia plastica sono sempre più giovani: due donne su tre ci sono andate per la prima volta tra i 30 e i 50 anni, mentre una paziente su cinque l’ha fatto prima dei 30 anni. Una donna su 40 è invece minorenne e chiede allo specialista cure per prevenire le rughe.

    Ma vediamo quali sono gli ‘accorgimenti‘ più richiesti: il 45,3% di interventi riguardano la tossina botulinica e i filler, per il 36,4% la biostimolazione con le punturine e per il 31,1% i peeling. Solo il 19,2% chiede poi trattamenti mesoterapici.

    La crisi economica globale non sembra toccare questo tipo di mercato, il 38,8% delle donne italiane sono disposte a spendere fino a 1000 euro l’anno e il 34,7% fino a 2000 euro solo per le cure estetiche.