Unghie rovinate dallo smalto: colpa del trio tossico

da , il

    Unghie rovinate dallo smalto: colpa del trio tossico

    Le unghie rovinate dallo smalto sono purtroppo il risultato di un utilizzo continuo e prolungato di prodotti scadenti. Lo smalto colorato, fluorescente, multi color, impreziosito da strass, fiocchi e perline, si sa, è certamente un must-have dell’estate 2011 e purtroppo anche questa tendenza (come tutte del resto) porta con sé i suoi risvolti negativi. A tal proposito è molto importante fare attenzione agli smalti che si acquistano per preservare la salute delle proprie unghie. Esistono infatti una serie di sostanze chimiche potenzialmente tossiche che sono presenti nella maggior parte degli smalti.

    Qualche esempio? Le più tossiche e frequenti sono tre e vengono comunemente denominate ‘trio tossico’: Ftalato dibutilico (DBP), toluolo (IUPAC metilbenzene), formaldeide (o aldeide fòrmica, nome IUPAC: metanale). Queste sostanze sono in grado di danneggiare nel tempo la cheratina (proteina fibrosa) delle unghie, indebolendole notevolmente fino a farle sfaldare e rompere.

    Per ovviare a questa triste sorte, alcune aziende cosmetiche hanno iniziato a produrre smalti che non contengono le note sostanze tossiche e sono dotati di una formulazione ipoallergenica definita green. Ad esempio il marchio americano Priti Nyc ha prodotto una nuova linea di smalti la cui formulazione è a basa di soia e mais, mentre il marchio Toe Shades produce vernici trasparenti a base di acqua.

    In conclusione se non intendete avere unghie rovinate dallo smalto, fate bene attenzione ai vostri acquisti, in commercio ci sono prodotti davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche, è sufficiente (ed indispensabile per la vostra sicurezza) leggere l’etichetta!