Viso stanco: con il tonico all’acqua di rose fai da te torna a splendere

da , il

    Viso stanco: con il tonico all’acqua di rose fai da te torna a splendere

    Viso stanco, pelle spenta, a fine giornata è un classico: tra lo stress quotidiano, la mancanza di tempo da dedicare a se stesse, l’inquinamento atmosferico e i frequenti sbazi di temperatura, la prima a rimetterci è sempre la nostra pelle e quella che ne paga le conseguenze più visibili è sicuramente la pelle del viso. Il tonico all’acqua di rose, lo stesso che usavano le nostre nonne, è un ottimo rimedio naturale per far tornare a splendere il nostro viso e prepararlo in casa è semplicissimo.

    Rinfrescante, astringente, decongestionante sono solo alcune delle proprietà benefiche dell’acqua di rose. Ottima per combattere l’effetto lucido delle pelle grassa, ideale per chiudere i pori dilatati e rallentare la comparsa delle prime rughe, l’acqua di rose è un rimedio eccezionale per il viso stanco.

    Come prepararlo in casa: bisogna procurarsi 100 ml di acqua distillata, 15 rose fresche e 3 gocce di essenza di rosa, una garza sterile.

    Pulite i petali delle rose con uno panno umido, metteteli senza pressarli in sacchetto di garza sterile chiuso con del filo di cotone.

    Versate l’acqua distillata in una pentola, immergetevi il sacchetto con i petali di rose, mettete sul fuoco a fiamma moderata e portate a bollizione. Spegnete il fuoco e lasciate i petali di rose in infusione per 20 minuti. Trascorso il tempo toglietete i petali, aggiungete l’essenza di rosa, mescolate e imbottigliate possibilmente in una bottiglia di vetro scuro.

    L’acqua di rose va conservata in frigo e va consumata entro 1 mese.

    A questo punto il vostro tonico è pronto: dopo la pulizia del viso potete tonificare viso e collo in maniera totalmente naturale sicuri del fatto che il tonico non irritirà anche le pelli più sensibili.