Acqua frizzante fai da te dal rubinetto di casa

da , il

    Acqua frizzante fai da te dal rubinetto di casa

    Se siete stanche di trasportare pesanti bottiglie di plastica dal supermercato alla cucina di casa, potete ottenere una buonissima acqua frizzante fai da te direttamente dal rubinetto di casa, senza alcuna fatica.

    Oltre che una soluzione pratica, bere acqua frizzante fai da te è anche una soluzione sostenibile ed economica. Sostenibile perché l’acqua, provenendo direttamente dal rubinetto di casa, eviterà che si produca altro polietilene tereftalato, la plastica di cui sono fatte le bottiglie e che accumulandosi non fa altro che vanificare il riciclo.

    Anche se non ci pensiamo molto spesso, l’acqua in bottiglia prima di arrivare nelle nostre case percorre centinaia di chilometri fuori dagli acquedotti, perché viaggia sulle strade, e quindi inquina un’altra volta! La produzione di ciascun contenitore trasparente che serve a trasportarla richiede in media 100 ml di petrolio e 600 ml di acqua!

    Oltre ad una soluzione sostenibile, abbiamo detto che produrre acqua frizzante fai da te è anche economico se consideriamo che esistono acque frizzanti che superano il costo di un euro a bottiglia. Pertanto se proprio amate le bollicine e non riuscite a farne a meno, non occorre una laurea in economia per rendersi conto che l’acquisto di un gasatore domestico, il cui prezzo di mercato oscilla tra gli 80 e 150 euro, si rivela veramente un affare vantaggioso.

    Il gasatore domestico permette di aggiungere anidride carbonica all’acqua di casa, con la possibilità di regolarne il livello di effervescenza (leggermente gasata, gasatura media, gasatura forte). Il suo funzionamento è totalmente meccanico (offre la gasatura unicamente per la depressione del gas contenuto nel cilindro) dura nel tempo ed è un accessorio piuttosto versatile. Oltre alla semplice acqua frizzante, infatti, il gasatore d’acqua si presta per la preparazione di cocktail e bevande, per le quali l’effervescenza può rappresentare un valore aggiunto.

    A prescindere dal costo del gasatore, perché conviene produrre acqua frizzante fai da te? Presto detto. Un cilindro da 425 grammi di co2 riesce a gasare in media circa 90 litri di acqua, che corrisponde più o meno alla quantità di acqua che una famiglia di 4 persone beve in due settimane, dando per scontato che tutti e 4 bevano sempre e solo acqua frizzante (eventualità piuttosto rara). Ad ogni modo l’impianto oltre a gasare l’acqua del rubinetto, la depura. La produzione massima (gasatura minima) è comunque, stando ai dati comunicati dalle case e confermati dalle recensioni dei clienti, 150 litri.

    Il costo medio della ricarica del cilindro è di circa 5 euro, il che significa che dopo l’acquisto del gasatore otterrete 90 litri di acqua frizzante spendendo 5 euro contro le 90 euro in media che andreste a spendere acquistandola in bottiglia al supermercato. Il costo dell’acqua frizzante fai da te, in questo modo, sarebbe di circa 9 centesimi di euro al litro contro i 90 centesimi di quella imbottigliata, con un risparmio di 10 volte più grande!

    Ma i benefici di produrre acqua frizzante fai da te vanno ben oltre il lato meramente economico. Comprare un gasatore contribuisce, infatti, ad aiutare l’ambiente azzerrando i costi di smaltimento, trasporto e riciclaggio di plastica e vetro. In più il gusto dell’acqua frizzante fai da te è sempre come quello della bottiglia appena aperta, e questo vuol dire addio ai fondi sgasati. Un gasatore consente inoltre di rigasare bibite che hanno perso la loro carica effervescente, il che vuol dire che non saremo più costrette a gettare via la cocacola sgasata lasciata in frigo, che non ha più il suo gusto originale.