Arredare la casa… con le righe [FOTO]

da , il

    Arredare casa con le righe è più semplice di quanto si creda! Le righe donano all’ambiente un tocco di eleganza, originalità e raffinatezza… senza contare che ultimamente stanno tornando molto di moda. Ognuno può utilizzarle come meglio crede, decorando pareti, pavimenti, cucine oppure limitandosi ai complementi d’arredo. Ne esistono innumerevoli varianti, tono su tono, contrastanti, coloratissime, spesse o sottili, vediamo un pò quali scegliere per personalizzare con stile la casa.

    Quali righe scegliere per arredare casa

    Esistono moltissime tipologie di righe, grosse o sottili, orizzontali o verticali, coloratissime o neutre e via dicendo. Se volete enfatizzare un ambiente in particolare, l’ideale è optare per le righe spesse, che possono creare forti contrasti cromatici (bianche e nere, bianche e rosse, bianche e blu…) oppure uniformare cromaticamente la stanza (righe tono su tono ad esempio beige e bianco panna). L’ideale è impiegarle su una sola parete, specie quelle di tinte contrastanti, per evitare di caricare troppo l’ambiente. Le righe sottili sono perfette per chi vuole donare un tocco di raffinatezza in più alla casa, sono inoltre decisamente più semplici da realizzare. E’ sufficiente tinteggiare la parete del colore predominante, farla asciugare e applicare quindi dello scotch da imbianchino per creare delle righe da dipingere con le tinte che più vi aggradano. Togliendo lo scotch la parete rigata è pronta! Per un effetto molto vivace e moderno potete realizzarle di larghezze diverse e se non volete faticare troppo l’alternativa migliore è scegliere la carta da parati a righe! Sul mercato esistono numerosi modelli di carte da parati, che hanno il vantaggio di essere facili da applicare anche con il fai da te. Per quanto concerne la scelta delle righe verticali o orizzontali, l’importante è tener presente che le prime tendono a far sembrare le stanze più ampie e le seconde le fanno apparire più alte. Infine ricordate che le righe di tonalità neutre e quelle regolari sono più indicate per ambienti classici, mentre quelle molto colorate e di spessori diversi si addicono a case vivaci e moderne.

    Arredi e complementi d’arredo a righe

    Dopo aver trasformato le pareti è il momento di passare ai complementi d’arredo, che possono essere anche una valida alternativa per chi non se la sente di apportare modifiche definitive alla casa. Le possibilità sono infinite: tappeti, tende, divani, cuscini, quadri, suppellettili e così via. Per abbinarli nel modo giusto è importante seguire alcuni accorgimenti: chi desidera un divano rigato deve assolutamente optare per cuscini in tinta unita, oppure impreziositi da una riga singola. Stesso consiglio vale per il tappeto… il troppo stroppia! Se al contrario il vostro divano è monocromatico potete sbizzarrirvi con tappeti e cuscini rigati, che richiamino ovviamente le tonalità presenti nel salotto. Anche in questo caso le righe possono essere di diversi spessori e orientate nelle direzioni preferite. Un ultimo consiglio consiste nell’utilizzo di tessuti rigati per creare dei quadri da appendere alle pareti, complementi d’arredo molto originali e raffinati.