Artemide: Genesy la lampada viva di Zaha Hadid

da , il

    Artemide: Genesy la lampada viva di Zaha Hadid

    Arriva una nuova dea nell’olimpo dell’illuminazione Artemide. Si chiama Genesy ed è figlia di Zaha Hadid, designer irachena ben nota agli appassionati di lampade d’autore. Questa volta Hadid firma, per il prestigioso brand di spicco e vanto del Made in Italy, un progetto di estrema eleganza e vitalità. E’ proprio l’energia vitale ad animare la sua creatura. Genesy: è come se della linfa salisse dal basso con forza e vigore per trasformare le forme e i volumi in elementi fluidi e organici. La lampada da terra è senz’altro frutto di un’attenta ricerca stilistica che e di un sapiente utilizzo della progettazione in 3D.

    Alta poco meno di 2 metri, la nuova lampada di design del catalogo Artemide è realizzata tutta in poliuretano espanso con la tecnica definita stampato a iniezione. Se non sapete cos’è questa tecnica e cosa significa, poco importa: il risultato finale è quello che possiamo vedere -e ammirare- nella foto o in qualsiasi Flagship store Artemide. I colori disponibili sono nero lucido o bianco lucido: è proprio il concetto di opposti a dare vita alla creatura illuminante della designer irachena. L’armonia finale, infatti, è frutto di un gioco di volumi sospesi tra pieni e vuoti, forme concave e il convesse.

    L’illuminazione può essere diretta, con lampadine alogene o fluorescenti, oppure indiretta, con luce Led orientabile. I comandi sono sul corpo della lampada e si può decidere di accendere separatamente le lampadine utilizzando la pulsantiera touch.