Bottiglie vuote: i consigli per tenerle sempre sterilizzate

da , il

    Bottiglie vuote: i consigli per tenerle sempre sterilizzate

    Le bottiglie vuote rappresentano oggi un problema di immondizia piuttosto che di igiene, visto che la gran parte delle famiglie italiane consuma acqua imbottigliata, anche nei casi in cui sia potabile quella di rubinetto, creando quindi un accumulo non indifferente di plastica e di vetro. Chi invece, seguendo una filosofia ecologica, ne compra il meno possibile e invece di buttare via le bottiglie vuote le ricicla per i più svariati usi domestici, dovrebbe tenerle sempre sterilizzate per evitare che vengano attaccate da germi e batteri. Vediamo come.

    Tra le varie attività comprese nelle pulizie di casa, fate rientrare anche la sterilizzazione delle bottiglie, in quanto la loro igiene è fondamentale per prevenire la formazione di batteri e di conseguenza del cattivo odore del loro contenuto. Di solito si usa sciacquarle con del detersivo ed abbondante acqua prima del loro impiego, ma pochi sanno che questo potrebbe non bastare. Niente paura, comunque, la sterilizzazione delle bottiglie vuote è molto semplice ed economica, attuabile con i prodotti naturali e casalinghi: bisogna solo sapere come si fa!

    Anticipiamo che questo tipo di lavoro va eseguito più o meno ogni settimana, mettendo un cucchiaino di bicarbonato insieme ad alcune gocce di candeggina (non profumata) nella bottiglia vuota, riempiendola successivamente di acqua oltre la metà. Chiudere la bottiglia con il tappo o con un dito e agitare per bene, quindi lasciare agire il composto per alcune ore, o durante la notte, e risciacquare con acqua corrente. In questo modo le bottiglie vuote saranno sempre igienizzate e pronte all’uso.