Colf e badanti non piovono dal cielo: scegliamo bene e teniamocele strette

da , il

    Colf e badanti non piovono dal cielo: scegliamo bene e teniamocele strette

    Scegliere la collaboratrice domestica, la badante o la baby sitter giusta non è una cosa semplice e da sottovalutare: si tratta di persone che avranno a che fare costantemente con la nostra sfera privata e spesso noi donne siamo per questo particolarmente esigenti. Per questo, una volta trovata la persona adatta, è opportuno instaurare un rapporto umano di rispetto e cortesia e regolarizzare la posizione lavorativa di colf, camerieri etc. secondo le modalità previste per legge.

    Questo punto è estremamente importante perché spesso le persone disposte a svolgere lavori tanto impegnativi, sia a livello fisico che di tempo, sono extracomunitarie e quindi necessitano di regolarizzare la loro posizione lavorativa nel nostro Paese.

    In Italia alcune proposte di legge riguardano anche la sanatoria della figura della baby sitter, quasi sempre assunta in nero e spesso sottopagata. Registrare la persona che sarà a contatto con i nostri figli quotidianamente dovrebbe essere invece un desiderio naturale dei genitori, quantomeno per ragioni di sicurezza.

    L’integrità dei figli deve venire prima di tutto, soprattutto non può essere messa da parte per risparmiare pochi euro. Oltre all’aspetto normativo e contrattuale è fondamentale il rapporto umano, che deve sempre essere basato sulla fiducia ma anche sul rispetto reciproco.

    Purtroppo non sempre questo avviene e i collaboratori domestici in generale spesso vengono sfruttati e trattati con superficialità e noncuranza. Due anni fa un maggiordomo italiano ha ottenuto un risarcimento cospicuo dopo aver vinto una lunga battaglia legale contro una nobildonna inglese accusata di avere comportamenti dispotici nei suoi confronti. Il rispetto non ha prezzo!