Colorare la casa: tendenze e nuove tecniche per una casa a colori

da , il

    Colorare la casa: tendenze e nuove tecniche per una casa a colori

    Tinteggiare gli spazi interni della casa con colori adatti ad ogni ambienti ha effetti positivi sull’ umore e di conseguenza sulla salute delle persone; a patto di scegliere ovviamente vernici atossiche ed ecologiche che non comportino alcun rischio per la salute di chi vive nella casa. Una casa colorata porta anche vantaggi economici, perché pareti chiare e luminose riflettono maggiormente la luce, richiedendo quindi un impiego ridotto dell’ illuminazione artificiale.

    Negli ultimi venti anni siamo passati dalle pareti bianche, in risposta alla carta da parati colorata e decorata degli anni precedenti, a quelle policromatiche attuali. Un ambiente grigio, o bianco, non aiuta sicuramente lo sviluppo di una cultura cromatica, fondamentale per dare vitalità e carica alla mente e alla psiche.

    Le vernici ad interferenza consentono di ottenere delle tinte che cambiano tonalità di colore a seconda della quantità e della qualità di luce che le impatta. Anche l’ illuminazione è però fondamentale in questo gioco di colori; avere una illuminazione colorata, in grado di modificare le proprie tonalità e di adeguarle all’ ambiente e alla presenza al suo interno, è possibile grazie alle nuove e moderne tecnologie di illuminazione a LED.

    Il professore Massimo Caiazzo, responsabile per IAAC per l’ Italia sostiene fortemente lo sviluppo cromatico in casa e ha anche dichiarato di star lavorando allo sviluppo di bianchi cromatici, ovvero dei diversi tipi di bianco in grado di dare colore all’ ambiente. Un progetto davvero interessante e curioso, certamente di grande impatto.

    Un altro importante lavoro è quello svolto e presentato ad Abitare il Tempo 2010 dalla designer Anna Gili: il Wonderloft. Nella sua visione l’ artista vede il colore come vera e propria forma di arredamento, la pittura crea uno spazio tridimensionale che da profondità e struttura la forma dello spazio stesso. La casa si fa quindi sempre più scevra di componenti di arredamento fisici, ai quali si preferiscono forme e colori.