Colori per la casa, come influenzano i nostri stati d’animo

da , il

    Colori per la casa, come influenzano i nostri stati d’animo

    La cromoterapia é una medicina alternativa che fa uso dei colori come terapia per la cura delle malattie, fisiche e psichiche. Secondo questi studi i colori sarebbero in grado di avere effetti sia sulla psiche che sull’organismo. Per ora si tratta di ipotesi non supportate da alcuna base scientifica. Questo soprattutto per quello che riguarda gli effetti sul nostro organismo, in senso ‘fisico’. Se questi sono di più dubbia esistenza più confermati sono, invece, quelli che i colori suscitano sulla nostra psiche o meglio sui nostri stati d’animo. E allora i principi elaborati da questa disciplina possono servire da spunto a chi ha intenzione di preferire il colore, piuttosto che il classico bianco, per le pareti della propria abitazione.

    I colori possono servire a creare una certa atmosfera, a suscitare uno stato d’animo anziché un altro e ovviamente vanno scelti anche in base alla zona della casa interessata.

    In particolare:

    Il Rosso

    E’ il colore del fuoco. Stimola reazioni vivaci, rievoca le forti emozioni: la passione, il coraggio, l’ira. Per i più audaci che volessero migliorare la passione col partner lo si può consigliare per la camera da letto ma c’è anche chi lo sconsiglia in questa zona se si vuole avere la certezza di sogni tranquilli! Sembra invece di sicuro da preferire per la zona dell’ingresso oppure per dare una nota accesa ad una sola parete di una stanza dai colori più chiari.

    L’arancione

    E’ il colore della vivacità e dell’allegria. E’ un colore che riscalda e stimola. Generalmente infonde un senso di benessere, ma può anche irritare. Di sicuro stimola lo stato di veglia perciò può essere utilizzato per lo studio o il soggiorno, specie se poco esposto al sole.

    Il giallo

    Favorisce concentrazione ed attenzione, ma è anche un colore attivo, pieno di luce e di gioia. La sua gamma di varietà (fino all’oro), è da preferire per il soggiorno, ma anche per le camere da letto (soprattutto se affacciano su città grigie). Va sempre bene anche in cucina dove, se usato, da un senso di accoglienza, ospitalità e pulizia.

    Il verde

    E’ il colore che associamo di più alla natura, da un senso di armonia e di equilibrio. È perfetto nelle stanze da letto nelle tonalità non troppo vive perché rilassa e concilia il sonno. Nelle sue tonalità più forti va dosato ed è preferibile limitarne l’uso a piccole superfici. Da evitare assolutamente nella stanza da pranzo. Si adatta bene invece con i mobili più austeri come quelli dello stile Impero. Le tonalità che vanno verso l’azzurro sono invece da preferire per l’ufficio.

    Il blu e l’azzurro

    Anche questi hanno un effetto rilassante. Bene utilizzarli per il bagno, la stanza dei bambini o l’ufficio.