Come allevare i conigli in casa

da , il

    Come allevare i conigli in casa

    Sempre più spesso i conigli vengono allevati in casa come veri e propri animali domestici da compagnia. Infatti, questo animaletto è intelligente, vivace e ama giocare, si affeziona molto al proprietario e soprattutto è silenzioso e pulito. Queste caratteristiche lo rendono facilmente allevabile come animale domestico. Purtroppo, per allevare correttamente i conigli, dobbiamo avere a disposizione uno spazio all’aperto, infatti, questi animaletti non sono adatti a vivere in ambienti chiusi o ristretti. Inoltre, i conigli non amano neanche la solitudine e, quindi, richiedono molte attenzioni. Dopo questa panoramica dei principali pro e contro dell’allevamento di un coniglio in casa, possiamo passare a descrivere gli aspetti fondamentali per farli crescere al meglio.

    Errori principali nell’allevare i conigli in casa

    Tra gli errori principali che spesso vengono commessi nell’allevamento dei conigli in casa troviamo: un’alimentazione inadeguata (causa principale di problemi di salute di questi animali), le cadute dall’alto e il mantenimento in una gabbia piccola e dal fondo inadeguato.

    Alimentazione dei conigli

    La stragrande maggioranza dei problemi di salute dei conigli sono legati (direttamente o indirettamente) ad un’alimentazione scorretta. Anzitutto, bisogna precisare che un’alimentazione basata su miscele di semi, fioccati, o pane secco è deleteria per la salute di questi animaletti. Purtroppo, i primi fastidi e disturbi possono anche manifestarsi dopo anni e ,quindi, capita spesso di non accorgersi immediatamente dei danni che provochiamo ai nostri amati animaletti. I conigli sono erbivori, quindi, nella loro alimentazione non può di certo mancare erba e altre piante di campo come il trifoglio o il tarassaco. L’erba e le altre piante di campo possono essere raccolte nei prati o nei giardini, purché, non siano state trattate con sostanze nocive. In alternativa, possiamo anche somministrare delle verdure crude, pulite a temperatura ambiente e senza parti guaste o marce. Un altro alimento che non può mai mancare nella dieta del coniglio è il fieno che deve essere sempre a disposizione fresco, pulito e in quantità illimitata. La frutta, invece, deve essere data in piccola quantità. Tra i cibi dannosi per i conigli, invece, troviamo i carboidrati (biscotti, pane, fette), la cioccolata (tossica per gli animali) e i dolciumi in generale. Da evitare in modo assoluto sono anche i semi ed i chicchi in generale.

    Case e gabbie per allevare i conigli

    Per quanto riguarda la scelta della gabbia del coniglio, essa deve essere di dimensioni adeguate e all’interno non deve mai mancare una casetta o un contenitore chiuso con un foro (una sorta di cuccia). Il coniglio, infatti, si sentirà al riparo e al sicuro all’interno della sua casetta. Un altro accessorio indispensabile è il distributore dell’acqua. Sul mercato se ne trovano di diversi tipi, ma, l’importante è lavarli spesso cambiando l’acqua ogni giorno (al massimo ogni 2 giorni). E’ opportuno mettere a disposizione del nostro coniglietto anche un cubetto di sali minerali, che si divertirà a mordicchiare procurandosi in questo modo anche dei preziosi oligoelementi (spesso non presenti nella dieta).