Come allevare le formiche in casa

da , il

    Come allevare le formiche in casa

    Allevare delle formiche in casa rappresenta sicuramente un’esperienza particolare, sia per gi adulti che per i bambini anche perché, di solito, in ambito domestico si crescono cuccioli di cane e di gatto, non formiche. Osservare da vicino la vita di questi minuscoli ma fortissimi e laboriosi essere viventi si potrebbe rivelare molto interessante. Per avviare un allevamento non c’è bisogno di comprare le formiche, anche perché nell’acquisto non sono mai inserite le regine e, senza di esse, l’aspettativa di vita di un allevamento non supera le dodici settimane. In fin dei conti basta andare in giardino a recuperarne alcune, oppure nella stessa casa!

    Per iniziare ad allevare le formiche un contenitore di plastica farà al caso vostro: eseguite otto piccoli fori con un ago, assicurandovi che le loro dimensioni siano inferiori a quelle delle formiche. Inseriteci le per metà le formiche (circa 12) ed il terriccio ed aggiungete un po’ di acqua, che sarà utile per contare le formiche sulla vostra paletta quando cominceranno ad arrampicarsi alla ricerca di terriccio asciutto. Usate i guanti per evitare di essere morse quando cercate la regina, solitamente la formica più grande.

    Ora riempite un barattolo di vetro con sabbia o terra ed aggiungete le formiche con il loro terreno originale. Coprite la parte superiore con una garza doppia e tenetela ben ferma, quindi usate il nastro adesivo per scuro per l’esterno del barattolo. In questo modo l’allevamento di formiche simulerà un ambiente sotterraneo.

    Nutrite quotidianamente con miele e pan grattato, ma mi raccomando non esagerate: circa mezzo cucchiaio a settimana è sufficiente a sfamare una colonia di due dozzine di esemplari. Allevare le formiche è un compito che non richiede di essere seguito in modo maniacale.