Come arredare casa in stile etnico

da , il

    Arredare casa in stile etnico è una tendenza che è in voga da ormai un paio di decenni, da quando cioè la globalizzazione ha abbattuto frontiere ideologiche e culturali, permettendo la contaminazione fra le varie culture. Il fenomeno resta comunque tipico del mondo occidentale, dove il gusto etnico serve a dare quel tocco di esotismo all’interno della casa. Uno stile di arredamento etnico va però misurato e ponderato, sia perché non deve essere presente in modo massiccio, sia perché deve adattarsi allo stile preesistente, inserendosi in armonia con esso. L’arredamento in stile etnico proviene principalmente dall’Africa, dall’India, dall’Indonesia e dall’estremo Oriente.

    L’arredamento etnico è molto forte, incisivo, quindi a volte bastano solo alcuni elementi per renderlo visibile. Se poi si preferisce una visione d’insieme più ampia e dettagliata, la presenza di mobili e oggetti di pregio in stile etnico è d’obbligo.

    Gli elementi decorativi più caratteristici di un arredamento in stile etnico sono le maschere tribali in legno, da appendere al muro, realizzate a mano, così come le statuette o gli accessori per la cucina (porta sale e pepe, scodelle e sotto piatti).

    Il salotto e l’ingresso rappresentano gli ambienti con una maggiore concentrazione di oggettistica etnica, mentre in camera da letto non di dovrebbe esagerare, magari optando per un letto in bambù e mobile in stile cinese.

    L’arredamento etnico tende ad essere scuro, cupo, poco solare e quindi, per contrasto, le pareti vogliono delle tinte chiare e visto che ha subito molte contaminazioni ed evoluzioni, ci sono possibilità per arredare il bagno, con lavabi pregiati e d’effetto.