Come arredare casa utilizzando il cartone

da , il

    La casa ecologica è un sogno inseguito da molti ambientalisti ma è anche una sfida per molti designer, alla ricerca di soluzioni nuove ed alternative. Riciclare è diventato un po’ il leitmotiv della corrente di tendenza relativa all’arredamento; e in questo contesto, qual è il materiale più congeniale? Il cartone, ovviamente. Grazie alla sua duttilità e resistenza, oltre al fatto che viene riciclato, il cartone (ondulato o alveare) può essere utilizzato per creare elementi di arredo che rispecchiano i valori della sostenibilità e propongono anche un design particolare, ispirato a forme moderne e lineari. Per arredare casa vengono allora fuori librerie, porta CD, comodini e quant’altro.

    Tra le aziende italiane che si sono mostrate interessate al tema, spiccano la A4Adesign di Milano, che dal 2002 produce oggetti e mobili in cartone alveolare, come il tavolo Eatable, essenziale ma d’effetto. A4Adesign vanta una sezione dedicata all’arredamento per bambini ma offre anche soluzioni per il resto della casa, per l’ufficio oltre ad allestimenti per mostre, scenografie e set cinematografici. E’ della provincia di Ancona, invece, Kubedesign. Che mette sul mercato creazioni in cartone come il tavolo Zeus, lo scaffale Urania e le sedute Mistika, prodotti caratterizzati da semplicità e linearità, ma che danno donano un tocco eccentrico all’ambiente. Kubedesign viene da un’esperienza trentennale nella lavorazione del cartone, quindi può garantire materiali di alta qualità.

    Legno, plastica o cartone, come arredare casa? Di risposte ce ne sono diverse, e dipendono molto dai gusti personali; l’utilizzo di plastica può garantire forme di design e colorazioni piuttosto particolari ed è più economico, ma di sicuro non è salutare, soprattutto per i bambini. Il legno è un elemento naturale, ma più costoso e con minori possibilità di dare vita a forme particolari. Il cartone, infine, è ecologico, naturale, duttile e occupa poco spazio, perché può essere facilmente ripiegato, ma non ha quella consistenza del legno e non regala lo stesso colpo d’occhio. Ma è comunque un ottimo compromesso, forse il migliore per chi intende coniugare rispetto per l’ambiente, riguardo per la salute e nuove soluzioni di arredamento.