Come arredare la casa al mare: le idee di design più belle

Scopriamo le idee di design più belle su come arredare la casa al mare. Righe, motivi marinari, mobili fai da te con materiale di riciclo, credenze shabby o cucine bianche stilizzate, sono tutti elementi della casa in stile marinaro, declinabili a seconda dei gusti. Ecco le migliori idee da cui trarre ispirazione.

da , il

    Come arredare la casa al mare? Scopriamo le idee di design più belle da cui trarre ispirazione. Nella casa al mare ci si può permettere di essere più stravaganti, di osare con tinte, tessuti e decorazioni, lasciando spazio a idee di design che in città potrebbero risultare azzardate. D’altronde la si frequenta meno e quindi non c’è il rischio di annoiarsi. Vediamo allora qualche idea per arredare la casa al mare.

    Come arredare una casa al mare spendendo poco

    arredare casa al mare

    Come arredare una casa al mare spendendo poco? L’idea migliore consiste nell’acquistare mobili low cost da brand come Ikea, che pur mantenendo prezzi accessibili privilegiano il fattore estetico, combinandoli con soluzioni fai da te. Difatti arredare la casa al mare con il fai da te è semplice, basta scegliere i materiali giusti e lavorarli un po’ per renderli gradevoli.

    Per esempio i bancali di legno si rivelano perfetti per questo contesto e possono essere impiegati per creare divanetti da esterno o interno, tavolini e mensole multiuso. Per un divanetto ne occorrono 3, basta levigarli bene, verniciarli con spray per legno preferibilmente bianco, e assemblarli con fascette trasparenti o viti e avvitatore. Per la base utilizzatene 2, per lo schienale 1. Una volta realizzata la base del divano fai da te, è sufficiente completarla con un materassino e qualche cuscino a mo’ di schienale.

    Arredare una casa al mare con lo shabby

    casa al mare

    Arredare una casa al mare con lo shabby è semplice perché questo stile si adatta al contesto marinaro. Innanzitutto i colori chiari tipici dello stile shabby chic sono perfetti per il mare e possono essere utilizzati in tutto l’arredamento. Dai mobili decapati chiarissimi ai complementi d’arredo, il bianco e il beige la fanno da padrona. Partendo dall’ingresso, potete collocarvi una specchiera in legno sbiancato aggiungendo un quadretto in legno grezzo sulla parete.

    Negli interni delle case al mare privilegiate un divano bianco o nella nuance corda, aggiungendo cuscini dai motivi marinari, per esempio conchiglie, cavallucci marini, stelle marine e via dicendo. Il tavolino in legno vecchio, o realizzato con il fai da te, aggiungerà al contesto un tocco vintage. Ideale anche una bella libreria dall’aria retrò e una credenza con porte in vetro, al cui interno andranno collocati piatti, tovaglie, brocche vintage. In camera da letto potete optare per un letto a baldacchino con veli bianchi, quasi trasparenti, oppure per un letto in ferro battuto ma dal colore sempre chiaro. I tessuti migliori sono quelli abbelliti da fantasie marinare.

    Carine anche delle mensole su cui poggiano libri sul tema marino, come i racconti di Hemingway, o volumi illustrativi sulla vita sott’acqua, o ancora dei vasi con dentro sabbia e riproduzioni di coralli. Fate anche una bella passeggiata sul bagnasciuga e lasciatevi ispirare dal rumore delle onde, dalla brezza e dalle materie prime che la natura vi offre. (Photocredit: Lee Caroline)

    Bagni per le case al mare

    bagni al mare

    Grandi protagoniste dei bagni per le case al mare sono le piastrelle, oggi disponibili in commercio in una vasta gamma di tipologie e materiali. La scelta più classica rimane la piastrella azzurrina e la mattonella, entrambe facili da installare e anche da pulire. Le ceramiche in colori e texture diverse sono le più utilizzate ma anche il gres porcellanato, il vetro e le cementine sono un’ottima alternativa. Bellissimo anche il marmo ma considerate che è più costoso. Vi consigliamo di creare dei contrasti sulla parete alternando zone chiare ad altre dai colori più accesi, per esempio mischiando bianco e blu.

    Il pavimento in legno è perfetto e non rischia di danneggiarsi, basta sceglierne una tipologia adatta a questa stanza e quindi resistente all’acqua. In alternativa si può optare per il cotto. Per quanto riguarda la mobilia, l’effetto vintage è sempre benvenuto, con mobili sbiancati in legno, specchiere ampie magari abbellite con l’applicazione di conchiglie, piante verdi e reti riciclate da utilizzare per appendere eventuali accessori. (Photocredit: earthnewswire)

    Pavimenti per una casa al mare

    pavimenti casa al mare

    I pavimenti per una casa al mare dovrebbero essere facili da pulire perché spesso, al rientro dalla spiaggia, ci si porta appresso la sabbia. Da evitare sono quindi le piastrelle lucide, che richiedono parecchia cura e attenzione, mentre i pavimenti più indicati sono lisci, facilmente lavabili, in materiali come la pietra, il cemento o il gres porcellanato. Un’alternativa è rappresentata dal legno ma è meglio privilegiare quello finto, in modo da non danneggiarlo. Per quanto riguarda i colori, è sempre consigliabile scegliere tonalità chiare, l’effetto sbiancato è il più adatto per la casa marinara. (Photocredit: homedsgn)

    Cucina della casa al mare

    cucina-al-mare

    La cucina della casa al mare privilegia le tonalità dell’azzurro e del bianco, che rilassano e illuminano la stanza. I mobili possono essere rustici e dall’aspetto leggermente trascurato mentre le tende saranno a righe bianche e blu o bianche e rosse. Si possono anche sostituire delle ante della cucina con tendine dall’aspetto marinaro. Se invece preferite un tocco più moderno, privilegiate cucine bianche lucide ed essenziali, con un’isola centrale e qualche sgabello.

    Ovviamente stoviglie, bicchieri e posate dovrebbero richiamare l’atmosfera marinara, meglio optare quindi per pezzi abbelliti con motivi marinari o le classiche righe, che vanno sempre bene. Ottime anche le porcellane e un bel tavolo in legno naturale. Per decorare l’ambiente potete usare reti di pescatori, ancore, runner a tema, cestini in vimini e così via. (Photocredit: Sunset Magazine)