Come arredare un terrazzo al mare: idee di design

Scopriamo alcune idee di design per arredare un terrazzo al mare, di qualunque forma e dimensione. L'arredamento del terrazzo è molto importante, soprattutto in estate quando si sfrutta maggiormente l'outdoor. Ma come posizionare al meglio i mobili, quali scegliere e quali decorazioni utilizzare per abbellire l'ambiente? Ecco i nostri consigli di design.

da , il

    Come arredare un terrazzo al mare? Scopriamo le migliori idee di design per abbellirlo. Già il fatto di avere un terrazzo affacciato sul mare è una gran cosa perché il paesaggio offre molto in termini di estetica e dona una sensazione di relax. La mobilia e le decorazioni del terrazzo dovranno inserirsi in questo contesto piacevolmente, rendendolo ancor più confortevole e invitante con tende, ombrelloni e tessuti che richiamino l’atmosfera marinara, sebbene declinati in diversi modi. Scopriamo allora come arredare una terrazza al mare.

    Arredare il terrazzo di un appartamento

    terrazzo al mare

    Come arredare il terrazzo di un appartamento al mare? Innanzitutto considerate che è importante rispettare anche a livello estetico l’ambiente circostante per creare una continuità. Ovviamente ognuno è libero di reinterpretare lo stile marinaro a modo suo, in chiave più country o più moderna a seconda dei gusti, ma è decisamente preferibile attenersi a questo gusto che meglio si adatta al contesto. Partiamo dalle tonalità che dovranno essere tendenzialmente pastello o chiare: dall’azzurro al turchese, dal giallo al bianco. Ma anche rosso e blu possono andare bene visto che sono colori tipicamente marinari. Per quanto riguarda la scelta dei mobili, dipende dai gusti. Il legno sta bene al mare, magari non eccessivamente scuro ma declinato nelle sfumature più tenui. Oppure nella versione riciclata: per esempio si possono creare dei divanetti con bancali di legno o ancora sospendere al soffitto, se c’è, delle poltroncine simili ad altalene, rivestite con della stoffa. Le piante fanno sempre una bella figura, sia che scegliate piante verdi, quindi più essenziali, sia che scegliate fiori colorati, che vivacizzano l’atmosfera. Oltre al classico divanetto, se ci sta, inserite anche un tavolino con qualche sedia. Belli anche i modelli in ferro battuto. Ikea per arredare il terrazzo propone diversi mobili dallo stile vagamente nordico, adattabili anche alle atmosfere marinare in quanto essenziali e puliti.

    Arredare un terrazzo con piante e fiori

    arredare terrazzo con piante

    Come arredare un terrazzo con piante e fiori? Si tratta di ornamenti che si adattano a qualunque ambiente sebbene alcune specie siano più adatte alle temperature marine piuttosto che altre. In generale i terrazzi fioriti al mare dovrebbero includere fiori annuali come gerani e surfinie oppure piante della macchia mediterranea, che meglio sopportano il clima marino, inclusa la salsedine e il forte impatto del sole. Tra le piante più adatte per i terrazzi arredati e fioriti al mare c’è l’oleandro, che non soffre il vento e fra l’altro fa da barriera frangivento. Inoltre cresce rapidamente anche in vaso. Il mirto, invece, si adatta al terrazzo marino purché collocato al riparo dal vento. Ama il sole e fa fiori da giugno ad agosto. Perfetti anche i gerani per arredare un terrazzo con le piante, da collocare sulle classiche ringhiere. Le varietà più indicate sono il Pelargonium zonale e i gerani a foglia odorosa, oltre a surfinie e petunie. E ancora lavanda, che resiste anche al caldo torrido, rosmarino aromatico, che dona all’ambiente un ottimo profumo, bouganvillea nana, ibisco. (photocredit: haammss)

    Arredare un terrazzo scoperto

    terrazzo scoperto

    Come arredare un terrazzo scoperto? In questo caso è indispensabile utilizzare mobili resistenti che, pur essendo sottoposti a intemperie, non si danneggino facilmente. Certo, è anche possibile ricorrere a mobili facili da chiudere una volta usati come alcuni modelli di sedie e tavolini in ferro battuto oppure modelli in legno altrettanto versatili, ideali anche per terrazzi piccoli. Volendo, potreste anche rivestirli in caso di intemperie con qualche telo coprente. Altro elemento indispensabile l’ombrellone che andrà scelto in base alle dimensioni e alla forma del terrazzo scoperto. Il colore, a sua volta, dipende dallo stile circostante sebbene il bianco faccia sempre una bella figura. Occhio però a tenerlo pulito perché le macchie di sporco si vedono subito. Per quanto riguarda le piante, sceglietene di resistenti alle piogge, i fiori più delicati potrebbero danneggiarsi, meglio optare per specie resistenti, per esempio i gerani. Meglio evitare d’altra parte l’utilizzo di tappetini a meno che non abbiate la pazienza di toglierli e rimetterli di giorno in giorno. Evitate i divanetti con materassi e cuscini perché rischiereste di rovinarli presto.

    Arredare il terrazzo di un attico

    terrazzo attico

    Come arredare il terrazzo di un attico? In questo caso un divanetto è d’obbligo ma le misure e la forma dipenderanno dalle dimensioni del terrazzo. Se possibile aggiungete anche qualche poltroncina, le tonalità migliori sono sempre chiare oppure a righe, con i classici bianchi e blu oppure alternando il bianco al rosso. Un bel tavolino centrale, tondo o rettangolare, completerà l’angolo relax. Sul terrazzo dell’attico potete anche aggiungere qualche lanterna che crea subito atmosfera e magari un barbecue, se la location lo permette. Non dimenticate le piante e i fiori che anche in questo caso si rivelano importantissimi per completare il terrazzo, donando un tocco green che non guasta. Una tenda da sole o un maxi ombrellone vi permetterà di ritagliarvi uno spazio all’ombra, specialmente se il terrazzo è scoperto. Volendo, potreste aggiungere anche un orto verticale acquistando la struttura o realizzandola con i bancali verniciati. La scelta dipende molto anche dallo stile dell’attico perché se si tratta di un ambiente moderno e minimal, conviene puntare su un mobile dalle linee essenziali appositamente concepito per trasformarsi in orto da terrazzo. (photocredit: pixewalls)