Come catturare un topo in casa

da , il

    Come catturare un topo in casa

    Come catturare un topo in casa è una questione che interessa molte, soprattutto chi ha trovato cuscini rosicchiati, cacca a pallini dentro ai cassetti o inaspettatamente se l’è visto sgusciare fra i piedi.

    Ebbene, soprattutto se la vostra casa è in campagna (ma non di rado accade anche in città) può capitare che un topolino molesto si vi insedi abusivamente producendo non pochi danni. E’ per questo motivo che la questione di come catturare un topo in casa talvolta finisce per trasformarsi in una caccia ossessiva.

    Niente paura! In questo post desidero darvi più di un suggerimento a questo proposito così che possiate mettere in campo più risorse e catturare l’ospite indesiderato e nel più breve tempo possibile.

    1. Il metodo più sfruttato per catturare un topo in casa è quello di disseminare nelle varie stanze, soprattutto quelle in cui abbiamo trovato tracce del loro passaggio trappole a molla o appositi cartoncini che vanno cosparsi si colla. Non sempre purtroppo funzionano perché i topi sono molto furbi e non sempre ci cascano.

    2. Altro suggerimento su come catturare un topo in casa è quello che prevede l’impiego di veleni a forma di palline o in polvere. Vi consiglio di procurarvene uno del secondo tipo e mescolarlo a cibi di cui i topolini vanno ghiotti, in primis formaggio, ma anche le caramelle gelee alla frutta di cui vanno letteralmente pazzi! Attirati dall’odore, presumibilmente dovrebbero nutrirsene e trovare la morte. Un unico accorgimento: usate dei guanti quando sistemate il cibo da avvelenare in quanto i topi hanno un fiuto eccezionale e sentire odore ‘umano‘ sul cibo-trappola basterebbe a tenerli alla larga.

    3. Un altro metodo per sbarazzarsi dei topi, poco conosciuto, ma efficace è quello che prevede l’impiego di Pepsi o Coca Cola. Se i topi ingeriscono queste bibite addizionate di anidride carbonica non saranno in grado di liberare il proprio organismo dal gas in esse contenuto e moriranno. Vi basterà mettere le bibite in un piatto piano e collocarlo nei luoghi di transito del vostro malcapitato ospite o in alternativa nel suo nascondiglio (che in genere è sotto al lavello o in angolini bui della casa). Il topo attirato dalla dolcezza della bibita, la berrà e incapace di liberare il proprio corpo dall’anidride carbonica morirà nel giro di poche ore. Dettaglio per i sadici: morirà soffrendo.

    4. Alle animaliste, desiderose di sapere come catturare un topo in casa, ma senza ucciderlo invece, consiglio di costruire una trappola a molla fai da te con una rete metallica (se è di un altro materiale la rosicchiano e se la danno a gambe) da caricare col formaggio o con le già citate gelatine di frutta. Queste gabbiette sono disponibili anche in commercio, in genere le trovate nei negozi di ferramenta. Non appena il topo si avvicinerà, la trappola che fa chiudere la porta della gabbietta scatterà, ma senza far male all’animale, che potrete gentilmente accompagnare alla porta con tanti saluti e pregandolo di trovarsi una sistemazione più adeguata!