Come coltivare l’erba cipollina sul balcone

Come coltivare l’erba cipollina sul balcone
da in Casa, How To, Orto
Ultimo aggiornamento:
    Come coltivare l’erba cipollina sul balcone

    Come coltivare l’erba cipollina sul balcone? Le foglioline di questa erba sono ottime per condire e per mettere a punto delle salse squisite. Inoltre la pianta è molto bella anche per adornare il nostro giardino o il nostro balcone, perché è capace di regalare dei fiori estivi dalle tonalità viola, che si presentano come molto eleganti. Sono queste alcune delle ragioni per le quali non dovrebbe mai mancare questa erba aromatica nei nostri vasi. Il segreto consiste nel coltivare i semi di erba cipollina in un terriccio ricco di compost. Posizioniamola in una zona soleggiata e scopriamo, attraverso questa guida green, come procedere.

    L’erba cipollina si configura come una pianta poco esigente, in grado di crescere in qualsiasi tipo di terriccio. Di solito ha bisogno di un substrato fresco e drenato. Inoltre è essenziale che venga garantita a questa pianta una buona areazione. Per questo motivo dobbiamo procedere, nella preparazione del terriccio da approntare, con una zappettatura superficiale, in modo da liberarlo da eventuali erbe infestanti. Fondamentale è anche la concimazione con del letame maturo, affinché la pianta possa trovare tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno per crescere.

    Il periodo ideale per la semina dell’erba cipollina è la primavera. La stagione autunnale va, invece, riservata alla separazione dei cespi, che assicura risultati immediati ed efficienti.

    Nel corso della coltivazione occorre ricordarsi di innaffiare con regolarità, in modo che il terreno possa essere soggetto ad una costante umidità, senza, però, esagerare e quindi evitando i ristagni idrici. Dopo la fertilizzazione del terreno, l’erba cipollina non richiede che si intervenga con particolari procedure di concimazione.

    Per una migliore riuscita della coltivazione, è fondamentale disporre bene i vasi con l’erba cipollina nel nostro balcone o sul nostro terrazzo. E’ sufficiente assicurare una posizione soleggiata, dopo che i vasi vengono riempiti con terriccio leggero e ben drenato. Una strategia ottima è quella di fare germogliare i semi in una zona tiepida, preferibilmente in casa. In questo modo la piantina può essere trasferita all’esterno, quando sarà già germogliata e quando le temperature saranno abbastanza tiepide. Durante l’inverno l’erba cipollina va in riposo vegetativo, ma all’arrivo della primavera, con i primi raggi di sole, sboccerà di nuovo, pronta per regalare le sue foglie.

    Nelle regioni a clima mediterraneo l’erba cipollina può essere raccolta in qualunque periodo dell’anno. Si può tenere direttamente in vaso, in modo da raccoglierla quando ne abbiamo la necessità. E’ opportuno tagliare gli steli a qualche centimetro dal suolo, in modo che la pianta possa ricrescere velocemente. Generalmente non è una pianta che si presta ad essere essiccata, però è possibile conservarla in frigo per qualche giorno oppure procedere al congelamento. Procediamo di tanto in tanto alla rimozione dei fiori, per avere sempre piante rigogliose.

    578

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CasaHow ToOrto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI