Come coltivare la lavanda

da , il

    Come coltivare la lavanda

    La lavanda è una bellissima pianta da coltivare in giardino, perchè oltre alla sua meravigliosa estetica ed ai colori dei suoi fiori che vanno dal blu scuro al viola, emana un profumo buonissimo. La lavanda essiccata spesso viene utilizzata per profumare gli armadi e l’ambiente. Ma torniamo agli amanti del giardinaggio che vorrebbero vedere nel loro giardino anche un bel cespuglio di lavanda profumata, tra le altre piante. La lavanda ha bisogno di molte cure, all’inizio e di costanza, in seguito, come tutte le altre piante. Di seguito vi spiegherò come coltivare la lavanda nel vostro giardino nel migliore dei modi.

    La lavanda, al contrario della maggior parte delle altre piante, và piantata in inverno. Dovrete procurarvi un vaso, meglio se circolare o rettangolare, non molto alto, del terriccio, argilla e ghiaia. Una volta preparato il terriccio nel vaso, spargete i semi di lavanda che non vanno ricoperti di più di 2 cm di terra ed innaffiate il vaso spesso, ma con poca acqua. Dopo qualche settimana vedrete spuntare i primi germogli di quella che diventerà la vostra pianta di lavanda. Perchè fiorisca e cresca bene, la lavanda và posizionata in un posto dove ci sia la luce diretta del sole, ma che sia ben riparato dal vento. La lavanda fiorisce in estate con i suoi meravigliosi fiori colorati e profumati, e se la coltiverete bene, anche voi potrete godere del suo olezzo, ricordate che il terreno della lavanda non deve mai essere asciutto e arido, altrimenti la pianta perirà. In primavera vi consiglio di aggiungere all’acqua un pò di fertilizzante una volta al mese. Ogni autunno le vostre piante di lavanda dovranno essere rinvasate in un vaso più grande (più largo di diametro, la profondità non è importante). Per dare un aspetto ordinato e decorativo alla lavanda, verso marzo, aprile dovrete potare i rami più lunghi, di modo che siano tutti alla stessa altezza, il che darà il senso di cespuglio, tipico dela pianta di lavanda.