Come cucinare le fave fresche

da , il

    Come cucinare le fave fresche

    Le fave fresche, ottime da essere consumate crude, si prestano anche alla preparazione di innumerevoli piatti. Poco caloriche, ma estremamente nutritive per via del loro straordinario apporto di fibre, le fave favoriscono l’attività dell’intestino e l’assorbimento del ferro contenuto nelle fave stesse. Vediamo, dunque, come cucinare le fave fresche.

    Pasta con le fave fresche

    Come cucinare le fave fresche

    La pasta con le fave fresche è un piatto rustico molto apprezzato specialmente nella bella stagione. La pasta ideale per questa ricetta è la pasta corta, ditali, cavati, pipe… Come prima cosa sgranate le fave e privatele della piccola cresta. Sbucciate e tritate una cipolla e mettetela a rosolare in un tegame in abbondante olio extravergine di oliva, poi unite le fave sgranate e mescolate. Dopo qualche minuto aggiungete un paio di mestoli di brodo vegetale e lasciate cuocere a fuoco dolce per una 20ina di minuti (potrebbero volercene anche di più o di meno, tutto dipende dalla grandezza e dalla tenerezza delle fave), coprendo il tegame con un coperchio e lasciando un piccolo sfiato. Quando le fave saranno cotte aggiustate di sale e pepe, quindi mescolate e spegnete il fuoco. Fate cuocere la pasta e quando sarà giunta a metà cottura, scolatela tenendo da parte un po’ di acqua di cottura. Unite alle fave e continuate a cuocere aggiungendo via via l’acqua di cottura tenuta da parte. Quando la pasta sarà al dente, spegnete il fuoco, aggiungete un filo di olio extravergine a crudo, mescolate e servite.

    Foto di klipsch_soundman

    Fave fresche fritte

    Come cucinare le fave fresche

    Un altro ottimo modo di gustare le fave fresche è friggerle in abbondante olio extravergine di oliva con la cipolla e qualche spicchio d’aglio. Se volete cucinare le fave fresche fritte non dovrete far altro che sgranare le fave privandole della piccola cresta. Lavatele, ma senza asciugarle. In un tegame versate abbondante olio extravergine d’oliva nel quale farete rosolare 4 spicchi d’aglio e una cipolla tritata, quando entrambi appariranno dorati aggiungete le fave, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 10-15 minuti. Alla fine aggiungete il prezzemolo, sale e pepe a piacimento e servite insieme a dei crostini al burro.

    Foto di apertura di leosagnotti