Come fare il frullato senza latte?

da , il

    Come fare il frullato senza latte?

    Molte persone non possono bere il latte perché non lo digeriscono, altre perché sono intolleranti al lattosio, ma ciò non implica come conseguenza che queste persone debbano rinunciare al piacere di gustare un salutare e nutriente frullato di frutta, vero e proprio toccasana, specie nella bella stagione.

    Il frullato ha – oltretutto - il grande merito di deliziare il palato e rinfrescarci senza farci venire troppi sensi di colpa. Vediamo, dunque, come fare il frullato senza latte.

    Se siete intolleranti al lattosio, non gradite troppo il sapore del latte o proprio vi è indigesto potete sostituirlo con il latte di soia, 100% vegetale. Nel bicchierone del frullatore inserite, dunque, qualche fragola matura, una banana, un paio di kiwi e un bicchiere di latte di soia freddo di frigo. Se amate i sapori particolarmente dolci potete aggiungere anche un cucchiaino di miele (facoltativo), se desiderate ottenere un frullato più denso a questi ingredienti potete aggiungere anche un vasetto di yogurt di soia aromatizzato alla vaniglia. Mescolate a velocità media per qualche secondo e godetene fino all’ultimo sorso.

    Se lo desiderate potete fare a meno anche del latte di soia e gustare ugualmente un delizioso frullato. Il segreto? Selezionare della frutta che contiene un’elevata percentuale di acqua come ad esempio il melone o l’arancia. Inserite nel mixer il succo d’arancia appena spremuto (mezzo bicchiere è sufficiente), due fette di melone tagliato a cubetti e 1 cucchiaino di zucchero. Frullate per qualche istante e se appare eccessivamente denso aggiungete 3/3 di un bicchiere di acqua.

    Altra frutta che ben si presta a farci ottenere un ottimo frullato senza latte è rappresentata dall’ananas, dalle fragole, dai mirtilli, dal kiwi e dal pompelmo.

    Foto di Panic01