Come fare un barbecue a casa nostra

da , il

    Come fare un barbecue a casa nostra

    Se come me fate parte di quella lista di donne che si lasciano affascinare dai film americani girati negli Hamptons in cui ci si raduna insieme agli amici per organizzare grigliate di vario tipo in giardino, allora sappiate che non siamo le uniche e che anche in Italia sta arrivando questa moda.

    Il barbecue, da noi solitamente considerato il modo migliore per assaporare della buona carne in compagnia, sta infatti diventando un modo sempre più utilizzato per socializzare: lo si organizza tra amici, tra parenti e spesso anche tra colleghi di lavoro specie quando ci si avvicina ad un nuovo ambiente e si ha la necessità di fare amicizia.

    Per organizzare una grigliata in casa non sono molte le cose che dovete avere: vi basta un barbecue a carbonella di grandezza proporzionata allo spazio presso il quale andrà sistemato, della carbonella da acquistare al supermercato, un ventilatore per arieggiare il barbecue e far prendere aria alla carbonella e tutta una serie di accessori sfiziosi.

    Mi vengono in mente il pennello per distribuire il condimento (Tescoma ne ha in silicone di molto belli), gli spiedini per infilzare la carne se necessario (date un’occhiata a Kunzi e rimarrete strabiliate) e tutta una serie di piatti, vassoi e piattini di varie dimensioni e misure all’interno dei quali sistemare la carne o il pesce quando sono cotti, i vari condimenti e le verdure di contorno.

    Se poi volete fare le cose alla perfezione, dotatevi anche di un grembiule fasciante (solo stoffa per carità, o rischiate di andare a fuoco!), di un guanto da cucina, di palette e pinze di tutti i tipi e di un cappellone da chef: a quel punto potrete davvero dire di aver regalato a tutti i vostri ospiti momenti di simpatico divertimento oltre che una salutare mangiata in compagnia.