Come pulire e conservare le cime di rapa

da , il

    Come pulire e conservare le cime di rapa

    Ecco qualche utile consiglio e suggerimento su come pulire correttamente le cime di rapa. Le cime di rapa, anzitutto, sono degli alimenti gustosi e sfiziosi utilizzati soprattutto al Sud Italia. Negli ultimi anni, anche grazie alla famosa ricetta delle orecchiette con le cime di rapa, il loro utilizzo in cucina si sta diffondendo anche in altre regioni italiane. La difficoltà principale nell’utilizzare le cime di rapa in cucina (come per altri alimenti tipo il pesce) riguarda la loro corretta pulizia e nettatura. Prima di pulire le cime di rapa è però opportuno conoscere alcuni trucchi per scegliere al meglio questo alimento. In questo caso, occorre scegliere le cime di rapa le cui infiorescenze siano chiuse, compatte e soprattutto senza parti gialle. Le foglie, invece, devono essere consistenti al tatto e di un bel colore verde brillante.

    Ora passiamo a descrivere come vanno pulite le cime di rapa. Come prima cosa per pulire le cime di rapa correttamente e velocemente occorre conoscere le varie parti (che vanno separate tra loro) che le compongono. Le parti che formano le cime di rapa sono: il fusto, le foglie larghe mediane, le foglie piccole superiori e infine il fiore. Ognuna di queste parti cuociono in tempi diversi. A parte la parte inferiore del fusto (fibrosa e dura) della rapa si mangia tutto. Tuttavia, la parte che deve essere ricavata dalla pulitura e quindi cucinata è proprio la cima. Per pulire le cime di rapa, iniziamo col tagliare il fiore a circa 5 cm di distanza dall’attaccatura al fusto (in prossimità delle foglioline tenere che contengono la cima). Se, invece, si vuol mondare il fiore a circa 10 cm dall’attaccatura è bene praticare un taglio mediano o a croce sulla base del fusto. In questo modo faciliteremo e renderemo più veloce la cottura di questa parte più dura. A questo punto, per pulire correttamente le cime di rapa, aiutandoci con un paio di forbici oppure un coltello eliminiamo le foglie larghe dal fusto e la parte verde chiara poiché molto dura. In pratica occorre selezionare le parti più tenere della rapa eliminando il fusto, le parti e le foglie dure.

    Infine, per pulire correttamente le cime di rapa laviamo accuratamente la verdura facendo attenzione a non rovinare il fiore e ad eliminare completamente tutti i residui. Una volta pulite le cime di rapa possono essere bollite in abbondante acqua salata (4 litri di acqua per 1 kg di verdura) per circa 15 minuti opporre, se le foglie e le infiorescenze sono piccole e tenere, possono essere cucinate a fuoco moderato in padella. Una volta pulite, se non vogliamo cucinarle immediatamente, le cime di rapa possono essere anche conservate in frigorifero nello scomparto della frutta e verdura per un periodo massimo di 2 – 3 giorni. Una volta cotte, invece, è possibile conservare le verdure in frigorifero per circa 2 giorni accuratamente coperte.