Come pulire la vasca da bagno con metodi naturali e non

Scopriamo alcuni consigli utili su come pulire la vasca da bagno in modo efficace, ricorrendo a rimedi naturali e non. Le soluzioni sono molteplici e permettono sia di eliminare eventuali macchie gialle, calcare o ruggine, ma anche di lucidare la vasca riportandola come nuova.

da , il

    Come pulire la vasca da bagno con metodi naturali e non

    Scopriamo come pulire la vasca da bagno con metodi naturali e non. Col passare del tempo può accadere che la vasca da bagno perda di lucidità, ingiallisca e che si formino ruggine e macchioline varie. I normali detersivi chimici riescono a pulirla ma non sempre a risolvere questi problemi fastidiosi. Si può quindi provare anche con i rimedi naturali. Ecco un’utile guida fai da te che ti permetterà di rimettere completamente a nuovo la vasca da bagno.

    Come lucidare una vasca da bagno opaca

    Come lucidare una vasca da bagno opaca? In questo caso puoi ricorrere al bicarbonato di sodio, utile anche come cosmetico, miscelandolo insieme ad acqua in modo da creare una pasta spessa, che va passata sulla vasca. Anche la borace si rivela utile se combinata con succo di limone, per creare una pasta spessa da strofinare con una spugna sulla superficie della vasca da bagno. Il limone è utilissimo perché rimuove i depositi alcalini e favorisce quindi la lucidatura.

    Pulire vasca da bagno in resina

    Per pulire una vasca da bagno in resina puoi usare uno sgrassatore apposito che si può acquistare in un negozio specializzato in prodotti per la pulizia domestica. Si può altrimenti ricorrere alla polvere detergente abrasiva da versare sulla macchia da eliminare strofinandola con una spugna. In alternativa si può usare un miscuglio d’acqua e aceto di vino bianco da inserire in un flacone spray e da spruzzare sulla vasca, lasciandola agire per 15 minuti.

    Un’altra soluzione consiste nel preparare una soluzione composta da 800 ml di acqua, 100 ml di aceto bianco e 2 cucchiai di detersivo per i piatti. E’ utile inserirla in comodi flaconi spray (quelli che utilizziamo solitamente per i vetri) che ne permetteranno un più semplice utilizzo. Un altro utile consiglio può essere quello di passare, a pulizia ultimata, un asciugamano sulla superficie. In questo modo avrai ogni giorno una vasca da bagno pulita e brillante!

    Pulire vasca da bagno ingiallita

    Per pulire una vasca da bagno ingiallita puoi usare una miscela naturale a base di aceto, limone, sale fino. Assorbila con una spugna e passala sulla vasca ingiallita, lasciandola in posa per almeno mezz’ora. Dopodiché togli la miscela e strofina bene. Risciacqua la vasca e se non è ancora abbastanza bianca, aggiungi alla miscela dell’aceto bianco e ripeti.

    Puoi anche usare limone, dell’aceto bianco, del sale, del detersivo per i piatti e infine una spugnetta con un parte ruvida. Iniziamo col creare in una bacinella di plastica della pasta abrasiva, ottenendola spremendo alcuni limoni e aggiungendo poi dell’aceto, nella stessa quantità del succo di limone ottenuto. Quindi aggiungi un po’ di sale e detersivo ecologico per piatti. Miscela bene il tutto. Con la parte ruvida di una spugnetta inizia poi a strofinare la vasca da bagno e aspetta per 15 minuti per permettere alla pasta abrasiva di agire. Procedi risciacquandola accuratamente con acqua fredda. Puoi ripetere l’operazione in caso di incrostazioni o di macchioline molto resistenti. Una volta ottenuto il risultato desiderato è opportuno provvedere con una pulizia giornaliera della vasca da bagno.

    Infine come pulire la vasca da bagno dalla ruggine? Ti consigliamo di ricorrere alla pietra pomice che risulta più efficace di altri metodi. Immergila in acqua fredda e utilizzala come fosse una normale spazzola, sfregando la vasca in modo circolare. Con questo sistema riuscirai a eliminare la ruggine senza tuttavia danneggiare la superficie. Però tieni presente che la pietra pomice non è adatta a vasche in acrilico o smaltate. Altrimenti puoi utilizzare un antiruggine dopo aver strofinato la vasca con una tela smeriglio bagnata con acqua. Una volta eseguita questa operazione che permette di eliminare la ruggine, bisogna mettere l’antiruggine trasparente e procedere con l’applicazione dello smalto apposito.

    Come pulire una vasca idromassaggio

    Come pulire una vasca idromassaggio? In questo caso è meglio ricorrere ai disinfettanti da diluire in acqua nelle quantità indicate sulla confezione del prodotto. Va quindi azionato il sistema di igienizzazione interna della vasca in modo che il liquido passi attraverso le tubature e nelle bocchette. Ci sono anche disinfettanti antibatterici con poco cloro che possono essere usati per pulire le vasche idromassaggio: in questo caso si riempie la vasca di acqua e si versa il prodotto azionando l’idromassaggio per una quindicina di minuti. Quest’ultima soluzione è più economica.

    Come togliere le macchie gialle dalla vasca da bagno

    Come togliere le macchie gialle dalla vasca da bagno? I metodi sono diversi a seconda di quanto le macchie sono profonde ed estese. Il metodo naturale base prevede l’utilizzo di bicrbonato di sodio e limone, oppure di solo limone tagliato a metà e strofinato sulle macchie. Si può anche usare una pasta detersiva a base di bicarbonato e acqua, da strofinare sulle parti ingiallite. Qualora non si ottengano risultati soddisfacenti, è il caso di intervenire con una miscela di bicarbonato più abbondante, acqua, qualche goccia di olio essenziale di limone. E come pulire la vasca da bagno dal calcare? I rimedi citati si rivelano utilissimi anche in questo caso.

    Se invece il problema è lo smalto della vasca da bagno rovinato, le alternative sono due: si cambia la vasca o le si sovrappone un’altra, oppure se il danno non è troppo esteso, si prova a intervenire sullo smalto rovinato con degli appositi prodotti. In questo caso pulisci bene la vasca, rendi uniforme l’area di intervento con la carta abrasiva, spennella la superficie con dello smalto apposito. Puoi passarla più volte con lo smalto in modo che risulti più efficace. Puoi anche aggiungere alla fine un indurente per assicurarti che l’intervento duri nel tempo.