Come pulire l’ottone ossidato col fai da te

Come pulire l’ottone ossidato col fai da te
da in Casa, Consigli casa, Fai da te, Pulizia e Igiene Ultimo aggiornamento:
    Come pulire l’ottone ossidato col fai da te

    In ogni casa esistono oggetti in ottone. C’è chi ama questo metallo e quindi ha soprammobili e complementi d’arredo in ottone, oppure le maniglie delle porte. L’ottone è un metallo e come tutti i metalli è soggetto al naturale processo di ossidazione. Se vi piace avere sempre la casa in ordine e pulita, dovrete dedicare il vostro tempo anche alla pulizia dell’ottone. Non ci vorrà molto tempo per pulire l’ottone ossidato, ma dovrete avere delicatezza e attenzione per l’oggetto da pulire. C’è più di un metodo per pulire l’ottone. Ora vi dirò come pulire l’ottone ossidato col fai da te.

    Come vi accennavo prima, vi sono diverse modalità per pulire l’ottone ossidato. In commercio esiste un prodotto chimico apposito in crema che si utilizza direttamente su un panno morbido con cui dovrete strofinare l’ottone ossidato. Una volta fregato bene il prodotto sulla superficie in ottone dovrete ripassare con un panno asciutto ed il vostro metallo riprenderà il colore e la lucentezza originali. Se non amate utilizzare i prodotti chimici, vi sono dei metodi alternativi fai da te per pulire l’ottone ossidato. L’unico neo nella pulizia dell’ottone ossidato col fai da te è che, per pulirlo, dovrete metterlo in immersione. La prima alternativa che potrete utilizzare è quella di riempire una bacinella di acqua calda e sapone di marsiglia ed immergere gli oggetti da pulire nella bacinella per almeno 10 minuti. Trascorso questo tempo dovrete sciacquarli abbondantemente ed asciugarli in tute le loro parti con un panno morbido.

    Se quando estraete gli oggetti in ottone, vi accorgete che sono ancora sporchi, dovrete utilizzare lo stesso procedimento aggiungendo all’acqua l’ammoniaca invece del sapone di marsiglia. Esiste un altro modo con cui potrete effettuare la pulizia del vostro ottone ossidato senza immergerlo. Potrete sciogliere del sale disciolto nell’aceto, poi inumidire uno straccetto morbido con questa soluzione e passarlo attentamente su tutta la superficie nel modo più uniforme possibile per non lasciare aloni. Il difetto di questa tecnica è che dovrete ripetere l’operazione un pò di volte prima di ottenere il vostro ottone come nuovo.

    418

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CasaConsigli casaFai da tePulizia e Igiene Ultimo aggiornamento: Giovedì 14/07/2011 12:37
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI