Come risparmiare acqua in casa e in giardino

da , il

    Come risparmiare acqua in casa e in giardino

    Adottando pochi e semplici accorgimenti quotidiani è possibile risparmiare acqua in casa e in giardino. L’acqua è una delle risorse più preziose e risparmiarla, oltre al nostro portafoglio, farà bene anche all’ambiente. Ecco quindi, una serie di utili consigli e accorgimenti da adottare per risparmiare acqua in casa e in giardino. Un primo consiglio per risparmiare acqua in casa è regolare lo scarico del WC. A ogni scarico, infatti, si consumano circa 10 litri di acqua. Questo consumo rappresenta circa il 30% del consumo idrico di un’abitazione. Per risparmiare acqua dagli scarichi è opportuno installare una classica cassetta (incassata, a zaino oppure a parete) dotata però di doppio pulsante da utilizzare a seconda della necessità. In alternativa, è possibile anche regolare il galleggiante dello scarico per una capacità minore di acqua.

    Controllate anche che non vi siano perdite dal wc e dai rubinetti del bagno e/o della cucina. Per risparmiare acqua in casa, meglio optare per una più pratica doccia (si consumano circa 40 litri di acqua) rispetto a un più rilassante ma più costoso bagno (si consumano circa 150 litri d’acqua). Durante la doccia, evitate anche di tenere inutilmente il rubinetto dell’acqua aperto ad esempio chiudendolo quando vi insaponate. Da evitare anche la pessima abitudine di lasciar scorrere l’acqua durante il lavaggio dei denti. Inoltre, per risciacquare i denti sarebbe opportuno utilizzare un bicchiere piuttosto che lasciare fluire liberamente l’acqua dal rubinetto. Anche quando ci laviamo le mani evitiamo di far scorrere l’acqua inutilmente! Per risparmiare acqua in casa è possibile applicare ai propri rubinetti dei miscelatori d’aria.

    Questi sistemi, infatti, utilizzano l’aria per aumentare il volume dell’acqua permettendo un risparmio che si aggira intorno al 50%. In cucina, invece, un po’ di bicarbonato in una bacinella aiuta a pulire più accuratamente frutta e verdura garantendo anche un considerevole risparmio di acqua. Inoltre, l’acqua, invece di essere gettata, potrà essere riutilizzata per annaffiare le piante. Per risparmiare acqua in casa fondamentale è anche il corretto utilizzo degli elettrodomestici. Quindi, al momento dell’acquisto è importante considerare la classe energetica a cui appartiene il prodotto che indica, non solo i consumi elettrici, ma anche quelli idrici. Inoltre, è opportuno utilizzare la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico e senza eccedere con le temperatura di lavaggio. Per risparmiare acqua in casa, in giardino è possibile raccogliere l’acqua piovana utilizzando apposite cisterne. Quest’acqua potrà essere poi utilizzata per l’irrigazione e l’annaffiature delle piante consentendo un notevole risparmio idrico. Evitiamo anche le annaffiature inutili che, oltre a danneggiare le piante, portano ad un aumento del consumo idrico.