Come scegliere il battiscopa più adatto per la casa

da , il

    Come scegliere il battiscopa più adatto per la casa

    Scegliere il battiscopa che meglio si concilia con l’arredamento della casa è un dettaglio che potrebbe passare inosservato o essere trattato superficialmente. In realtà è molto importante, soprattutto per il colpo d’occhio a lavoro finito. In commercio sono ormai presenti battiscopa di ogni materiale, colore e qualità. Il battiscopa è un oggetto di design, un complemento d’arredo che può aggiungere, o togliere, valore ad un ambiente. Classico o moderno, la sua funzione è sempre quella di proteggere la base dei muri e di nascondere i passaggi dei cavi elettrici (per le costruzioni più vecchie, visto che ora viene fatto tutto sotto traccia).

    La scelta del battiscopa è fondamentale, quindi al momento dell’acquisto si deve avere ben presente come sarà arredata la casa. Per prima cosa, bisogna osservare lo stile: classico, moderno, minimal, insomma, si dovrebbe creare una linea di continuità con il resto dell’arredamento; sono possibili anche combinazioni di contrasto, ma si prende un bel rischio.

    Per le case più moderne, con un design spiccatamente minimalista, è da considerare l’opzione del battiscopa in alluminio satinato, lucido, oppure in acciaio inox, mentre uno stile classico potrebbe favorire l’utilizzo di materiali come il marmo, la ceramica o la plastica simil marmo. Il legno è quello più adottato in presenza di parquet o di pavimentazione in legno.

    Ognuna di queste tipologie presenta innumerevoli varianti, dal tipo di qualità, al colore, al design, con costi che oscillano sensibilmente.

    Tra i battiscopa di ultima generazione troviamo i modelli radianti, cioè delle fonti di riscaldamento a calore radiante, invece che per convezione, come avviene con i termosifoni. I vantaggi sono molti, visto che l’aria non viene seccata, il calore si distribuisce uniformemente e il livello di umidità resta quindi costante e dal punto di vista estetico, si elimina la presenza dei termosifoni. Non dimentichiamo che i battiscopa radianti sono compatibili con gli impianti che utilizzano energie rinnovabili, come i pannelli solari e si possono alimentare anche con la corrente.

    Il consumo di acqua è inoltre inferiore, così come la temperatura che deve raggiungere l’acqua. In questo caso viene assicurato il risparmio energetico e, di conseguenza, quello economico.

    Da un punto di vista estetico bisogna considerare il fatto che un sistema radiante integrato nel battiscopa, è ideale per la ristrutturazione di antiche dimore e casali, nelle quali la presenza di caloriferi influenzerebbe l’impatto visivo.

    Ma nella scelta dei battiscopa radianti, bisogna fare attenzione a non posizionarli dietro agli arredi fissi, come i bagni e le cucine, che non possono discostarsi dal muro.