Come scegliere il frigorifero più adatto alle nostre esigenze

da , il

    Come scegliere il frigorifero più adatto alle nostre esigenze

    Per scegliere il frigorifero migliore, ossia quello che più si adatta alle nostre esigenze, dobbiamo conoscere i vari modelli proposti dal mercato e le loro caratteristiche principali. Scegliere un buon frigorifero è fondamentale, infatti, l’elettrodomestico, insieme al forno e al piano cottura, è quello maggiormente impiegato in cucina. Un frigorifero è composto sostanzialmente da tre parti fondamentali: il motore, il vano (dove vengono disposti i cibi da conservare) e infine le porte che chiudono il vano. Per scegliere il frigorifero migliore dobbiamo anzitutto conoscere i vari modelli che vengono proposti dal mercato. In base ai vani che li compongono, i frigoriferi vengono classificati in: frigoriferi a un solo vano, frigoriferi a due vani (uno per il frigorifero e uno per il freezer) e infine frigoriferi dotati anche di un vano cantina (dove le temperature sono mantenute ai livelli ottimali per la conservazione dei vari tipi di vino).

    A seconda del posizionamento e dell’installazione, i frigoriferi si distinguono in: modelli freestanding (cioè a libera installazione) e i modelli a incasso (in questo caso il frigorifero viene incassato nel mobile). Nello scegliere il miglior frigorifero occorre considerare anche le dimensioni dell’elettrodomestico e lo spazio a disposizione nella cucina. Infatti, i frigoriferi possono avere diverse dimensioni, dai modelli monoporta (generalmente più piccoli) si passa ai modelli side by side (di grandi dimensioni e dal forte impatto visivo). Inoltre, alcuni modelli sono dotati di un display lcd (che serve per controllare ed impostare alcune funzioni, come la regolazione automatica della temperatura interna), di un erogatore istantaneo di ghiaccio e/o di acqua fredda o altre bevande.

    Per scegliere il frigorifero migliore è anche fondamentale leggere attentamente la scheda tecnica del prodotto che generalmente indica: la classe energetica di appartenenza (la classe A indica il consumo più basso, mente la classe G quello più alto), la capienza dei vari vani (espressa in litri), la capienza totale, il tipo di sbrinamento per ogni vano e la capacità di mantenimento della temperatura in caso di black-out.