Come scegliere l’asciugatrice

da , il

    Come scegliere l’asciugatrice

    Ho notato che ultimamente, nelle liste nozze, è possibile scegliere l’asciugatrice come regalo, un elettrodomestico che fino a poco tempo fa avevo visto prettamente nei paesi anglosassoni e del Nord Europa, per ovvie ragioni. L’asciugatrice infatti consuma molta energia e può danneggiare i tessuti, quindi è opportuno che si seguano dei consigli su come sceglierla, per non correre il rischio di acquistare un prodotto scadente e magari pagarlo pure un prezzo elevato. Adesso vedremo alcuni suggerimenti utili per la scelta di un’asciugatrice da accompagnare alla lavatrice, così da rendere meno lunghe le attese per il bucato durante i mesi invernali.

    Una delle osservazioni da fare quando si sceglie un’asciugatrice è quella relativa alla presenza di un sensore di umidità, perché è importante che i capi di abbigliamento all’interno dell’elettrodomestico non vengano seccati, con il rischio di danneggiarsi, ma mantengano il giusto livello di umidità.

    Questa funzione è presente sulla maggior parte delle asciugatrici in commercio, ma non sempre viene menzionata sul foglio illustrativo, quindi conviene andare a controllare o sul sito internet dell’azienda o chiedere informazioni più dettagliate al commerciante.

    Nello scegliere l’asciugatrice tenete in considerazione, più che il prezzo di vendita, i costi prodotti con il suo utilizzo; infatti esistono sia modelli elettrici che a gas, e questi ultimi sono ormai tanto efficienti quanto i primi, con la differenza di essere più cari al momento dell’acquisto ma di garantire anche un notevole risparmio energetico ed economico nel lungo periodo.

    L’asciugatrice non è un elettrodomestico particolarmente complesso, serve ad asciugare gli abiti, quindi non necessita di funzioni particolarmente avanzate, come i cicli di asciugamento super rapido o altre opzioni fantascientifiche, utili più che altro ad alzare il prezzo.

    Tutto ciò che serve è disponibile anche nei modelli di base, ma se cercate il design e l’alta tecnologia dei touchscreen o delle impostazioni vocali, allora preparatevi a spendere una cifra maggiore per le stesse prestazioni.

    Un consiglio molto importante che sento di darvi è quello della scelta di un’asciugatrice poco rumorosa, soprattutto se si vive in piccoli spazi o se l’area dedicata alla lavanderia si trova nei pressi di una camera da letto.

    In questo contesto è lecito ed opportuno innalzare la soglia di spesa per garantirsi quantomeno un elettrodomestico silenzioso: se comunque intendete risparmiare non accendere l’asciugatrice di notte o negli orari di riposo!

    Infine, la capienza: scegliere un’asciugatrice particolarmente grande o di dimensioni standard dipende molto dal numero di persone che vivono in casa e dal tipo di capi che si asciugano.

    Un buon parametro sarebbe quello di avere la stessa capienza sia per la lavatrice che per l’asciugatrice, ma se preferite stendere gli abiti più delicati per non rovinarli, allora la capienza standard è ottimale per un uso domestico.