Come sfiatare i termosifoni: una guida utile

da , il

    Come sfiatare i termosifoni: una guida utile

    Come sfiatare i termosifoni? Una regolare manutenzione dei termosifoni è di fondamentale importanza per fare in modo che funzionino correttamente. Per quanto riguarda lo sfiatamento, si consiglia di effettuarlo almeno una volta all’anno, preferibilmente prima della stagione invernale. Ne beneficeranno non solo gli impianti di riscaldamento ma anche le tasche, difatti l’eventuale presenza di bolle d’aria riduce le prestazioni dei radiatori con conseguente aumento dei consumi. I principali segnali che ne indicano la presenza sono il gorgoglio dell’acqua specie in fase di accensione e il calore concentrato sulla parte bassa del calorifero. Ecco una guida utile per sfiatare i caloriferi.

    Aprite le valvole di sfiato

    Innanzitutto dovrete aprire i termosifoni ruotando la manopola apposita in senso antiorario fino alla fine. Qualora il vostro impianto fosse autonomo spegnete la caldaia e con la manopola a farfalla aumentate la quantità di acqua che vi circola. Quindi aprite lentamente la valvola di sfiato del termosifone, situata di solito sul verso opposto di quella di apertura, in modo da permettere all’aria di uscire. La valvola di sfiato solitamente è una rondellina ma nei termosifoni datati può presentarsi sotto forma di vite da allentare.

    SCOPRI COME PULIRE I TERMOSIFONI IN ALLUMINIO

    Posizionare sotto la valvola un recipiente

    Posizionate sotto la valvola di sfiato un recipiente per raccogliere l’acqua che uscirà progressivamente dal calorifero. All’inizio uscirà solo aria, concentrata nella parte alta del radiatore in quanto più leggera dell’acqua. Proseguite fino ad arrivare a un getto d’acqua costante.

    Ripetere l’operazione per tutti i termosifoni

    Prima di procedere con la verifica del manometro, dovrete ripetere l’operazione per tutti i termosifoni, procedendo da quello più lontano dalla caldaia fino a quello più vicino.

    Verificare la pressione dell’impianto

    Verificate a questo punto la posizione della freccia del manometro, che dovrà trovarsi tra l’1 e il 2. In caso contrario aprite pian piano il rubinetto di carico dell’acqua della caldaia. Accendete nuovamente la caldaia e controllate che il termosifone si scaldi normalmente. Se così non fosse sarà necessario proseguire con lo sfiatamento perché evidentemente vi sono ancora bolle d’aria.

    SCOPRI COME DIPINGERE I TERMOSIFONI SENZA SMONTARLI