Come sopravvivere al caldo senza aria condizionata

da , il

    Come sopravvivere al caldo senza aria condizionata

    Quando il termometro supera i 30 gradi e siamo costretti – nostro malgrado a restare in città – l’aria condizionata finisce per diventare la nostra unica consolazione, con conseguente danno per la salute e per il portafogli.

    Eppure l’aria condizionata è un’invenzione relativamente recente, come si affrontava il caldo prima dell’avvento degli impianti per la refrigerazione? E come lo affronta chi di un impianto a casa non dispone? Ecco qualche dritta su come sopravvivere al caldo senza aria condizionata.

    1. Consumate molta frutta e verdura e altri cibi freschi, bevete parecchia acqua ed limitate al minimo l’uso del piano cottura.

    2. Indossate indumenti chiari, possibilmente bianchi e in tessuto traspirante come il cotone.

    3. Chiudete le imposte o abbassate le tapparelle nelle ore più calde della giornata, apritele invece di notte per permettere all’aria fresca di rinfrescare le stanze.

    4. Tenete le tende chiuse e attrezzate i balconi con tende parasole, in questa maniera terrete la calura fuori di casa.

    5. Spegnete gli elettrodomestici che non utilizzate, oltre a consumare energia producono calore.

    6. Per la stessa ragione evitate di tenere le luci accese durante il giorno, quelle estive solo in assoluto le giornate più lunghe dell’anno quindi c’è luce fino a tardi.

    7. Collocate nelle zone più calde e assolate della casa delle piante, le loro foglie assorbiranno parte del calore sottraendolo alla casa.

    8. Se nonostante tutte le precauzioni del caso non riuscite a tollerare il caldo, procuratevi un ventilatore portatile. A parità di utilizzo, un ventilatore consuma circa 15 volte meno di un condizionatore medio.

    Foto di Alex Jmax